Politica

Iglesias: in Consiglio conferme, ritorni ed alcune novità

Il Consiglio comunale di Iglesias dimagrisce ancora, da 30 a 24 consiglieri, ma le novità assolute sono poche. Tra consiglieri ed assessori uscenti, ex assessori ed ex consiglieri, i volti completamente nuo-vi sui banchi di Piazza Municipio, almeno in prima battuta, considerato che potrebbero esserci surroghe qualora il nuovo sindaco Emilio Gariazzo dovesse scegliere assessori tra i consiglieri eletti, sono solo sette. Il candidato che ha centrato il re-cord di preferenze è una delle “new entry”, il consigliere provinciale UDC Gianluigi Rubiu, nella lista Piazza Sella, con ben 869 (due anni fa il più votato fu il leader UDC Giorgio Oppi, con 977 preferenze); alle sue spalle un altro candidato della lista Piazza Sella, Piero Carta, presidente del Consiglio comunale uscente, che ha raggiunto quota 701. Nella coalizione di centrosinistra che ha vinto le elezioni, la palma del più votato spetta al giovane Mauro Usai, candidato della lista del PD, che ha ottenuto ben 638 preferenze. La donna più votata è Maria Franca Fara, anche lei candidata nella lista del PD, già assessore nella Giunta Carta, arrivata a 438 preferenze. Alle sue spalle un ex assessore della Giunta Perseu, Angela Scarpa, candidata nella lista Piazza Sella (402 preferenze) e Carla Cicilloni, assessore provinciale del PD (369 preferenze). Notevole l’exploit di Valentina Pistis, 28 anni, eletta nella lista Cas@ Iglesias con 304 preferenze. Tra i ritorni, da segnalare quello di Pierina Chessa, candidata nella lista Il tuo segno per Gariazzo, eletta con 242 preferenze. Il dimagrimento imposto al nuovo Consiglio comunale e la possibilità di una doppia preferenza abbinando un candidato uomo ad un candidato donna, hanno determinato l’esclusione di candidati che, nonostante la bassa affluenza, hanno messo insieme un numero di voti con i quali fino alla scorsa consiliatura avrebbero avuto l’elezione pressoché certa, sia in maggioranza sia in minoranza. è il caso di Monica Marongiu, 245 voti, prima dei non eletti nella lista PD, che potrebbe entrare in Consiglio al posto di un eletto destinato alla nuova Giunta. Primo dei non eletti nella lista Piazza Sella è Simone Saiu, con ben 366 preferenze (alle sue spalle Marco Zanda, 345; Donatella Faedda, 325; Samantha Pinna, 283 e Ignazio Mocci, 254). Primo dei non eletti nella lista PDL, infine, è Claudio Rosina, con 282 preferenze.

Giampaolo Cirronis

Comments

comments

Leave a Reply