Cronaca

Venerdì 13 settembre il Consiglio comunale di Carbonia discuterà la mozione presentata da 15 consiglieri di maggioranza e opposizione che chiede la decadenza del Direttore generale della Asl 7.

Centro direzionale ASL 7

Venerdì 13 settembre il Consiglio comunale di Carbonia si riunirà in seduta straordinaria per l’esame di un solo punto all’ordine del giorno: l’esame di interrogazioni, interpellanze e mozioni.

Tra le mozioni ce n’è una particolarmente “calda”, quella presentata da undici consiglieri di maggioranza (8 del Pd, 1 Dcs, 1 Sel, 1 Unità a sinistra) e quattro di opposizione (3 del Pdl e 1 di Innovazione e progresso), primo firmatario Gianluca Arru del gruppo Dcs, sulla “Situazione della Sanità pubblica nel Sulcis Iglesiente e richiesta decadenza del Direttore generale ASL n. 7 ex L.R. n. 21/2012”.

La mozione contiene un durissimo attacco alla gestione della Asl n° 7 portata avanti in questi ultimi anni dal Direttore generale Maurizio Calamida e, se verrà approvata dal Consiglio comunale, impegnerà il Sindaco e la Giunta municipale, a censurare l’inopportuna erogazione di un incentivo economico a fronte dei ripetuti tagli ai servizi sanitari territoriali da parte della Dirigenza Asl n° 7 e della Regione Sardegna; a presentare un esposto presso le competenti Autorità giudiziarie, al fine di ripristinare il rispetto delle previsioni normative ex Legge regionale n. 21/2012 le quali, se applicate, comporterebbero la decadenza del Direttore generale della Asl n° 7; a porre in essere azioni concrete a difesa dei servizi sanitari del territorio, la cui prospettiva non è chiarita dagli atti aziendali riconducibili alla Asl n° 7, interessando direttamente l’assessore regionale alla Sanità.

 

 

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply