Regione

La Giunta regionale dovrebbe deliberare oggi l’anticipazione e l’erogazione delle risorse per la mobilità in deroga.

Nella riunione di Giunta regionale in programma oggi, 30 dicembre, l’assessore del Lavoro, Mariano Contu, presenterà la delibera sull’anticipazione e l’erogazione delle risorse per la mobilità in deroga. Una volta approvato il provvedimento, per il completamento dell’iter burocratico si dovrà attendere la formalizzazione della convenzione tra l’INPS e la Regione. La delibera dà seguito all’accordo raggiunto con le organizzazioni sindacali lo scorso 19 dicembre. L’intesa prevede che il quantum da anticipare per ciascun lavoratore, con risorse regionali, sia quantificato in misura non inferiore al 50% della somma spettante, e dà priorità, nella fase dell’istruttoria, a quei lavoratori tutelati da specifici accordi sottoscritti in sede istituzionale. 
«La Giunta Cappellacci e il Consiglio regionale – ha affermato Contu – hanno dimostrato una grande sensibilità verso le esigenze dei lavoratori, adottando gli atti che prevedono l’anticipazione delle risorse, pari a 52 milioni di euro.» 
«Tali risorse – ha precisato l’esponente dell’Esecutivo – sono destinate a coloro che hanno maturato nel 2013 le indennità di mobilità in deroga. L’auspicio è che queste risorse possano essere al più presto disponibili, considerata la portata della crisi, specialmente per quei lavoratori che nell’ultimo anno non hanno percepito alcun sostegno, nonostante i diritti maturati.»
I provvedimenti adottati e le somme stanziate rappresentano solo un’anticipazione delle risorse, rispetto a quanto il Governo nazionale deve ancora assegnare alle regioni.
«Per il 2014 – ha spiegato l’assessore – sono disponibili, come prima tranche, un miliardo e seicento milioni da ripartire tra tutte le regioni.»
Lo ha confermato il sottosegretario al lavoro, Carlo Dell’Aringa nel corso dell’ultima sessione della Conferenza Stato-Regioni. In quella sede è stato chiesto al Governo di trovare le risorse necessarie per garantire la copertura degli ammortizzatori sociali, non solo per 2013, ma anche per tutto il 2014. Nella stessa occasione, gli assessori regionali del lavoro e il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, hanno annunciato la restituzione delle deleghe, in caso di mancata risposta da parte del Governo.
«Al momento – ha concluso l’assessore Contu – l’esecutivo Letta non ha ancora dimostrato la volontà di accogliere le richieste delle amministrazioni regionali. Si resta in attesa fiduciosi.»
Ugo Cappellacci.

 

Mariano Contu.

Mariano Contu.

 

Comments

comments

Tags: , , ,

Leave a Reply