Acqua

Il PD sollecita il neo presidente Pigliaru ad occuparsi della delicata vertenza del Consorzio di bonifica del Basso Sulcis.

Diga Tratalias 1 copia

Prima l’Igea, ora il Consorzio di bonifica del Basso Sulcis. Sul tavolo del neo presidente della Regione, Francesco Pigliaru, impegnato nella delicata scelta dei 12 assessori che saranno chiamati a far parte della sua Giunta, cominciano ad arrivare le varie emergenze dell’Isola. Una sollecitazione ad impegnarsi subito sulla sulla questione relativa alla grave situazione che riguarda il Consorzio di bonifica del Basso Sulcis, arriva da Emanuele Cani, deputato del Partito Democratico.

«Ancora una volta, come succede da tempo – denuncia Emanuele Cani – dobbiamo registrare problemi e disagi per i lavoratori che non percepiscono lo stipendio. Si tratta di una situazione che non può continuare ad andare avanti. Da anni come PD stiamo sollecitando interventi per sanare una situazione diventata insostenibile. I commissariamenti posti in essere dal precedente esecutivo hanno creato quello che vediamo anche in questi giorni. Ora però è necessaria un’inversione di marcia forte e drastica. Non si può continuare a giocare sulla pelle dei lavoratori e su chi, nel mondo delle campagne, lavora e vive. Chiediamo subito al neo presidente – conclude Emanuele Cani – di intervenire in maniera forte e chiara anche in questo ambito ponendo fine ai commissariamenti e dando vita a una vera politica per il lavoro e lo sviluppo.»

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply