Sanità

L’assessorato regionale della Sanità ha dato il via libera alla proroga dei contratti a tempo determinato di aziende sanitarie e Izs.

Ospedale Civile di Cagliari
L’assessorato regionale della Sanità ha dato il via libera per la proroga dei contratti a tempo determinato dei lavoratori che operano nelle Asl, nelle aziende ospedaliero-universitarie, nell’Istituto zooprofilattico della Sardegna e nell’Arpas. L’assessore regionale della Sanità, Simona De Francisci, ha fornito alle direzioni generali degli enti le indicazioni per la prosecuzione semestrale di quelle assunzioni a tempo determinato funzionali al mantenimento dei livelli essenziali di assistenza del Servizio sanitario isolano. 
Il provvedimento interessa circa 1.700 lavoratori e si inserisce nelle disposizioni impartite dal ministero della Salute nel dicembre scorso a proposito della proroga dei contratti del personale precario nella sanità.

La direttiva assessoriale specifica che la prosecuzione dei contratti è attuata in attesa dell’applicazione delle norme sulla rete assistenziale e tenuto conto delle richieste delle direzioni aziendali che «hanno più volte manifestato il permanere di talune criticità per le consistenti carenze di organico di figure a valenza altamente strategica, nonché dell’imminente scadenza dei contratti prorogati al 31 dicembre 2013, o comunque in scadenza entro il primo semestre del 2014».

Le aziende sanitarie, viene specificato nella direttiva, potranno fare ricorso ad assunzioni a tempo determinato «mediante conferimento ex novo, proroga del precedente rapporto lavorativo o rinnovo del contratto, avendo riguardo, comunque, a non incrementare il numero complessivo di contratti in atto posti in essere».

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply