Trasporti

Michele Cossa (Riformatori sardi): «Con l’accordo siglato con #Cin, la Regione limita la continuità territoriale e ci saranno gravi danni per l’economia del Sud Sardegna».

Nave Tirrenia Janas

«L’intesa tra #Cin e Regione è avvolta da una cortina fumogena che ci preoccupa: non basta che ci sia uno sconto per i residenti, se poi i residenti sono costretti a partire solo tre volte a settimana. Ma il problema più grosso riguarda le merci: in Sardegna meridionale si consuma oltre il 75% delle merci, e durante il periodo invernale i TIR saranno costretti a utilizzare per quattro volte la settimana i porti del Nord Sardegna. Questo comporterà maggiori costi di trasporto, maggior carico di traffico sulla 131 con i relativi problemi di sicurezza, maggior inquinamento. E questo ci preoccupa non poco.» Lo ha dichiarato questa sera il coordinatore regionale dei Riformatori sardi Michele Cossa.

Riferendosi alla questione dei 30 stagionali sardi da assumere nel periodo estivo, Michele Cossa ha detto che «se la nuova #Tirrenia vuole essere davvero più “sarda” deve iniziare proprio incrementando il personale proveniente dall’isola, e non certo da quello trimestrale».

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply