Ambiente

L’assessore regionale della Difesa dell’ambiente, ha partecipato alla riunione della Conferenza delle Regioni e della Conferenza Stato-Regioni.

Donatella Emma Ignazia Spano 1 copia

L’assessore regionale della Difesa dell’ambiente, ha partecipato alla riunione della Conferenza delle Regioni e della Conferenza Stato-Regioni, svoltasi ieri a Roma. Le regioni hanno espresso un importante parere sul DL 133/2014, il cosiddetto “Sblocca Italia”. La Conferenza ha recepito tutte le osservazioni e gli emendamenti che l’assessore Spano aveva già proposto sulle materie di rilevanza ambientale chiedendo l’abrogazione dell’intero articolo 35, relativo alla creazione della rete degli impianti di recupero di energia, e dell’articolo 38, riguardante le attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi. Su tutti questi temi, infatti, il governo intende sottrarre alle regioni il diritto di decisione autonoma.

Nel corso della Conferenza, l’assessore ha inoltre affermato che la Regione Sardegna è interessata a partecipare al Gruppo di Lavoro per la definizione dei costi standard dei servizi di trasporto pubblico locale e regionale; mentre rispetto al documento sulla “Strategia Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici”, nell’evidenziare la rilevanza dell’argomento per le ricadute che gli eventi climatici determinano sull’intero territorio nazionale, l’assessore Spano ha chiesto che sul documento venisse fatto un approfondimento in sede politica e che pertanto si rimandasse la discussione dell’argomento a una seduta successiva per dar modo alle regioni di esaminarlo attentamente, anche in vista dell’adozione di decisioni politiche adeguate in termini di adattamento e di mitigazione del rischio per il territorio italiano.

In apertura dei lavori la Conferenza ha espresso il proprio parere sulla nuova proposta di legge di stabilità 2015, che il Governo sta predisponendo e rispetto alla quale tutte le regioni hanno assunto unanimemente una posizione critica per le pesanti ripercussioni che l’ulteriore taglio di risorse in essa previsto comporterebbe sui già ridotti bilanci regionali.

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply