Promozione della Sardegna

Non si placano le polemiche sulla decisione adottata da Sardegna Promozione con la risoluzione della convenzione che la legava al Cagliari Calcio.

IMG_9525

Non si placano le polemiche sulla decisione adottata dall’Agenzia regionale Sardegna Promozione con la risoluzione della convenzione che la legava al Cagliari Calcio.

«Alla Regione non basta che la nuova gestione del Cagliari calcio sia riuscita a restituire lo stadio ai suoi tifosi, che abbia riacceso l’interesse dei sardi verso i colori rossoblù e, soprattutto, che con la maglia della squadra promuova l’isola portando in giro per l’Italia il brand Sardegna – dichiara Ignazio Locci, consigliere regionale del Gruppo Forza Italia Sardegna -. Evidentemente no, dato che in maniera del tutto inaspettata e ingiustificata l’Agenzia regionale Sardegna promozione, oggi commissariata, ha risolto la convenzione che la legava alla società rossoblù, negandole i milioni di euro (1,9 milioni di euro relativi alla stagione 2013/2014 e 1,3 a quella in corso), su cui la nuova dirigenza faceva affidamento.»

«Si tratta di una beffa a tutti gli effetti, che vale sia per il sodalizio calcistico, sia per un’isola intera, da sempre legata alla squadra che milita nel massimo campionato nazionale – aggiunge Ignazio Locci -. Ma per la dirigenza costerà cara, considerato che su quei fondi contava per contribuire al progetto di rilancio della società, già alle prese con la crisi che ha colpito il settore.»

«Ricordo al presidente della Regione Francesco Pigliaru e all’assessore del Turismo Francesco Morandi che hanno tutto il potere per intervenire presso Sardegna promozione e scongiurare una decisione che avrebbe ripercussioni gravissime. Mi auguro che se ne convincano e agiscano quanto prima. A meno che – conclude il consigliere regionale di Forza Italia – non intendano far scappare anche il volenteroso presidente del Cagliari Tommaso Giulini.»

Comments

comments

Tags: , ,

Leave a Reply