Lingua blu

La Asl 7 ha attivato un Piano di prevenzione e controllo del fenomeno della Lingua blu.

Pecore 1 copia

La Asl 7 di Carbonia ha attivato un Piano di prevenzione e controllo del fenomeno della Lingua blu.

«La Asl 7 – spiega il commissario straordinario Antonio Onnis – per tutelare la salute dell’uomo, ha il compito di garantire la salvaguardia del patrimonio zootecnico attraverso la prevenzione, il controllo e l’eradicazione delle malattie degli animali. Tramite il Servizio veterinario del Dipartimento di prevenzione, la Asl 7 attua i piani annuali di sorveglianza e profilassi delle malattie che colpiscono animali d’allevamento. Sul fronte della lotta alla Febbre catarrale dei ruminanti (Blue tongue), la situazione epidemiologica è assolutamente positiva, in quanto non vi sono, nel territorio del Sulcis Iglesiente, focolai in atto di malattia.»

«Tale importante risultato – aggiunge il commissario straordinario Antonio Onnis – è frutto della massiccia campagna di vaccinazione intensificata nell’anno 2015 e che ha prodotto i seguenti numeri:

• 192.521 dosi inoculate nel corso dell’ultimo anno (ovine 189.656 – bovine 2.865)

• 891 aziende sottoposte ad accertamenti di sorveglianza sanitaria, di cui 714 aziende ovine e 177 aziende bovine

• nessun effetto indesiderato del vaccino riscontrato

• è stata eseguita la pressoché totale copertura delle aziende ovine e più della metà delle aziende bovine, peraltro meno suscettibili alle infezioni.»

«La strategia vaccinale prevede la definizione di quattro fasce di rischio degli allevamenti ovini con diversa priorità di intervento. Il piano della performance nella campagna vaccinale ha superato abbondantemente l’obiettivo dell’80% indicato dal Piano regionale sancito dal decreto 10 settembre 2014, n° 22, sulla profilassi vaccinale contro la Febbre catarrale degli ovini e, dunque, verrà impedita la diffusione del ceppo virale sierotipo 1. Ringraziamo tutto il personale dei Servizi Veterinari – conclude il commissario straordinario Antonio Onnis – che con competenza e professionalità si è impegnato nella massiccia campagna di vaccinazione e gli allevatori del territorio del Sulcis Iglesiente, i quali con grande senso di responsabilità hanno collaborato in questa campagna, consapevoli che il vaccino è l’unica arma veramente efficace per prevenire l’insorgenza della malattia.»

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply