Piano Sulcis

Riparte da Carbonia la mobilitazione per il riscatto del territorio.


Riparte da Carbonia la mobilitazione per il riscatto del territorio. Questa sera la sala conferenze del Lu’ Hotel ha ospitato un’assemblea popolare cui hanno partecipato rappresentanze dell’Unione dei Comuni, delle organizzazioni sindacali e del Movimento Partite Iva del Sulcis Iglesiente, lavoratori del polo industriale. Al centro del confronto l’esame dello stato di attuazione del Piano Sulcis che, a distanza di tre anni dalla sua approvazione, accusa ancora forti ritardi. Numerosi gli interventi che hanno lamentato i ritardi dell’azione del Governo e della Giunta regionale. Si è parlato delle emergenze presenti nel Polo industriale, con la vertenza ex Alcoa ancora in alto mare per i ripetuti rinvii delle decisioni sui costi dell’energia.
Il messaggio venuto fuori dall’assemblea è stato chiaro: il territorio crede ancora nell’industria e chiede il rilancio dell’intero comparto, costituito da Portovesme srl, Eurallumina, ex Alcoa e Port.Al, ma non vuole ripetere gli errori del passato, caratterizzati da una monocottura industriale. Avanti con i progetti per il lancio turistico del territorio, per lo sviluppo della piccola e media impresa e per il rilancio dell’agricoltura, dunque, perché la crisi che avvolge il territorio con livelli di disoccupazione, percentuali di lavoratori in cassa integrazione o in mobilità ai massimi storici, va affrontata subito con la massima determinazione.

_MG_1255_MG_1269 _MG_1257 _MG_1258 _MG_1260 _MG_1262 _MG_1268  _MG_1270 _MG_1273 _MG_1276 _MG_1277 _MG_1296 _MG_1297 _MG_1301 _MG_1302 _MG_1304 _MG_1305 _MG_1313 _MG_1318 _MG_1320 _MG_1322 IMG_1293 IMG_1294 IMG_1298 IMG_1315

Comments

comments

Leave a Reply