Province / Riforme

La Regione, l’Anci e i sindacati hanno firmato un protocollo d’intesa su funzioni e personale delle Province.

Sede ex Provincia 3Sede Provincia Medio Campidano 1 copia

La Regione, l’Anci e i sindacati hanno firmato stamane un protocollo d’intesa su attuazione, monitoraggio e qualificazione delle funzioni e del personale coinvolto nel processo di riordino istituzionale della Sardegna. Su delega della Giunta presieduta da Francesco Pigliaru, la Regione è stata rappresentata dagli assessori degli Enti locali Cristiano Erriu e degli Affari generali Gianmario Demuro. Il protocollo porta anche le firme del presidente dell’Anci Sardegna Pier Sandro Scano, in rappresentanza di tutte le Associazioni delle autonomie locali, e dei segretari confederali regionali e della Funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil.
In questo modo prosegue il percorso iniziato il 24 novembre 2014, quando venne sottoscritto il precedente protocollo d’intesa. Regione, Anci e organizzazioni sindacali oggi hanno confermato l’impegno nel proseguire nella collaborazione per raccogliere, analizzare e valutare i dati del personale ad oggi impegnato nei servizi e nelle funzioni oggetto del riordino avviato con l’approvazione della legge n. 2/2016 per la riforma degli enti locali. Due gli obiettivi primari: la salvaguardia di tutti i posti di lavoro e il mantenimento (anche sotto il profilo qualitativo) dei servizi erogati a cittadini e imprese. Il tutto nel rispetto degli equilibri di bilancio.
Nel frattempo va avanti il lavoro di monitoraggio che consentirà di avere un quadro definito del personale a vario titolo interessato alle procedure di riordino istituzionale, in particolare nelle Province. Ciò consentirà anche di rilevare le eventuali criticità. Il tavolo ritiene necessaria la definizione di un crono programma sulla tempistica attuativa della norma regionale, da sottoporre alla Conferenza permanente Regione-Enti locali. Le parti inoltre hanno convenuto sull’opportunità di prevedere forme di coinvolgimento delle organizzazioni sindacali in relazione ai risultati conseguiti dal lavoro dell’Osservatorio regionale per il riordino delle funzioni delle autonomie locali.
«Il Dipartimento della Funzione pubblica – ha annunciato l’assessore Erriu – ha messo a disposizione della Regione il portale della mobilità. Ciò aiuterà a definire quanti e quali sono i dipendenti delle Province in mobilità e le possibili destinazioni. Il Ministero si è detto disponibile a sedersi con noi attorno a un tavolo per gestire tutto questo processo. La giornata di oggi, con la sottoscrizione di questo accordo, è fondamentale perché gli enti funzionano se ci sono le persone che li fanno funzionare.»
«La firma dell’intesa – ha sottolineato l’assessore Demuro – è il frutto di un percorso condiviso e di un confronto ampio e articolato in cui tutti i soggetti coinvolti, con la massima disponibilità al dialogo, hanno offerto un contributo costruttivo. Si tratta di un modello che, in futuro, può essere proficuamente riproposto in analoghe situazioni.»

Comments

comments

Tags: , , ,

Leave a Reply