Archeologia industriale

Comune di Buggerru, Igea e Parco Geominerario, hanno firmato la proroga (sino al 30 settembre) della convenzione per la Galleria Henry.

Comune di Buggerru, Igea e Parco Geominerario, hanno firmato la proroga (sino al 30 settembre) della convenzione che permette di tenere aperta la Galleria Henry.
Il Parco Geominerario mette a disposizione (a proprie spese) le guide turistiche, l’Igea mette a disposizione tre operai (pagati dal comune di Buggerru attraverso gli introiti derivanti dalla vendita dei biglietti) e il comune di Buggerru – come spiega il nuovo sindaco, Laura Cappelli, nel suo profilo facebook – «mette a disposizione il personale dell’ente resosi disponibile ad effettuare qualche ora di straordinario».
«Desidero precisare – aggiunge Laura Cappelli – che è possibile tenere aperta la Galleria Henry grazie al volontariato di alcuni amministratori, i quali tengono il registro delle prenotazioni e curano il calendario delle visite… nessuna assunzione può essere fatta in quanto non ci sono i margini (finanziari) per poter assumere»
«A breve porteremo in consiglio una proposta con la quale esprimeremo la volontà di acquisire la Galleria Henry ed un piano di utilizzo della stessa ai sensi della legge 33/98. Dal 1 ottobre si aprirà quindi un nuovo scenario… La Galleria Henry verrà gestita interamente dal comune di Buggerru. Solo la manutenzione straordinaria resterà in capo ad Igea. Ci sarà quindi bisogno di guide e personale qualificato – conclude il sindaco di Buggerru -. Finalmente…!!!»

Buggerru percorso costiero della Galleria HenryLaura Cappelli copia

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply