Spettacolo

Con i gruppi di Bolivia, Jacutia e Sardegna, giovedì 28 prende il via, a Pula, il festival “Is Pariglias”.

Con l’esibizione dei gruppi provenienti da Bolivia, Jacutia (Russia) e Sardegna, prende il via giovedì 28 luglio a Pula la 40° edizione di “Is Pariglias”, lo storico festival delle danze identitarie, organizzato dall’associazione culturale “Città di Assemini” con il sostegno degli assessorati regionali del Turismo e della Pubblica Istruzione e in collaborazione con l’associazione Cioff, la Federazione Italiana Tradizioni Popolari e i comuni di Assemini, Pula, Aritzo e Carloforte.

L’apertura del festival è affidata al gruppo Katalyk Folk Ensamble proveniente dalla repubblica russa della Jakutia (nella Siberia orientale), dal gruppo della Universidad Catòlica “San Pablo” di La Paz (Bolivia), e dell’associazione culturale “Gruppo folk Città di Assemini”, accompagnata da Antonio Scalas all’organetto e Giuseppe Orrù alle launeddas.

A partire dalle ore 20.30, i gruppi sfileranno in parata con i loro magnifici costumi tradizionali per le strade del centro per poi esibirsi a partire dalle ore 21.30 sul palco di Piazza del Popolo, in una iniziativa inserita nel cartellone “Dimensione Estate a Pula 2016”. 

Sempre giovedì 28, Assemini sarà sede di uno dei tanti eventi collaterali al festival: il convegno dal tema “La danza e la musica come mezzo per divulgare la propria identità nel mondo”. Appuntamento a partire dalle ore 15.30 presso la Spazio Tenda in località Sa Serra, all’interno dell’agriturismo Is Scalas. Interverranno relatori provenienti da Cuba, Argentina, Bolivia, Jacutia e Sardegna. A seguire, a partire dalle ore 17.00, prenderà il via il laboratorio di danza e musica popolare con la partecipazione attiva dei gruppi presenti.

Nella sua formula “Ethnodanza in Tour”, il festival “Is Pariglias” toccherà venerdì 29 Carloforte, sabato 30 Assemini, domenica 31 Aritzo, per tornare poi a Pula lunedì 1° agosto.

IMG_1658Bolivia2

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply