Enti locali / Politica

Primo confronto-scontro tra maggioranza ed opposizione, ieri sera, nel nuovo Consiglio comunale di Carbonia.

Primo confronto-scontro tra maggioranza ed opposizione ieri sera, nel nuovo Consiglio comunale di Carbonia. L’occasione è stata data dalla seduta dedicata al dibattito sulle dichiarazioni programmatiche esposte dal sindaco Paola Massidda in Aula mercoledì 20 luglio. La vigilia è stata caratterizzata dall’“incidente di percorso” compiuto dal sindaco con l’incauta “copiatura” di una parte del programma da quello del collega del comune di Porto Torres, presentato un anno fa, che ha portato all’inserimento della «custodia e pulizia di spiagge», ma in Aula, a parte qualche battuta inevitabilmente ironica di alcuni consiglieri, l’episodio non è stato il principale argomento al centro del confronto che, viceversa, ha spaziato sull’intera proposta programmatica della nuova maggioranza del Movimento 5 Stelle.

Otto i consiglieri di opposizione intervenuti (il solo Fabio Usai non ha preso la parola) nei circa 150 minuti della seduta, due soli quelli della maggioranza, oltre al sindaco Paola Massidda.

Ad aprire il dibattito, è stata la consigliera Ivonne Fraternale, del Partito Democratico, che ha criticato diversi passaggi del programma, sottolineando che molti degli interventi proposti sono già attivi in città ed ha invitato la maggioranza alla prudenza nel criticare tutti e tutto dell’amministrazione uscente. L’intervento più circostanziato e duro è stato quello della consigliera Daniela Garau, del Patto Civico, che pure aveva manifestato un’apertura di credito nei confronti della maggioranza nella seduta d’insediamento, esprimendo il suo voto per il presidente del Consiglio comunale Massimiliano Zonza, espressione dal Movimento 5 Stelle. L’avvocato Daniela Garau ha contestato punto per punto numerose proposte della maggioranza, in molti casi – ha sottolineato – irrealizzabili perché al di fuori delle competenze di un Consiglio e di una Giunta comunale. Ha invitato quindi la maggioranza alla prudenza e a studiare a fondo i problemi della città che, pur nella ristrettezza dei fondi a disposizione, hanno bisogno di interventi concreti e realizzabili da parte della nuova Amministrazione.

Critico anche l’intervento dell’ex sindaco Ugo Piano, del gruppo Carbonia Possibile, che ha fatto un esame delle emergenze e delle dimenticanze della maggioranza nella stesura del programma amministrativo, rendendosi disponibile a dare il proprio apporto a condizione che la maggioranza sia disposta ad accoglierlo, nell’esclusivo interesse della città. Ugo Piano ha sottolineato come la città, per il ruolo politico che riveste nel territorio, ha bisogno di una guida forte ed autorevole.

Sono intervenuti anche Federico Fantinel, del Partito Democratico, Michele Stivaletta di Carbonia Unica e Massimo Usai del gruppo Carbonia Possibile, e un altro intervento particolarmente critico è stato quello del sindaco uscente Giuseppe Casti, che abbiamo registrato integralmente e vi proponiamo nel filmato allegato.

Ultimo intervento dei gruppi di opposizione, è stato quello del capogruppo del Partito Democratico Pietro Morittu, che ha augurato alla maggioranza buon lavoro, per fare possibilmente meglio dell’amministrazione uscente, ma anche lui ha sottolineato i limiti del programma esposto al Consiglio dal sindaco Paola Massidda ed ha annunciato che il Partito Democratico farà fino in fondo la sua parte, nel rispetto del proprio ruolo, dai banchi dell’opposizione e, fin dalla prossima seduta, in programma venerdì 29 luglio, dedicata al Bilancio, le parti tra maggioranza e minoranza saranno nettamente distinte.

Per la maggioranza del Movimento 5 Stelle sono intervenuti il consigliere Matteo Piras, che ha sottolineato la validità del programma amministrativo e, pur riconoscendo l’inesperienza dei consiglieri di maggioranza, ha sottolineato come il loro impegno sarà pieno e costante per la sua attuazione e per centrare gli obiettivi che anche la maggioranza uscente guidata da Giuseppe Casti si era proposta cinque anni fa, con scarsi risultati; e il consigliere Mauro Careddu, che ha puntato l’indice in particolare sui problemi ambientali, con riferimento alla scarsa attenzione prestata nella prevenzione degli incendi e alla contrarietà alla realizzazione di nuove discariche industriali nel territorio comunale, eventualmente anche a costo di chiudere le fabbriche, per puntare a settori produttivi alternativi.

Chiusi gli interventi dei consiglieri, ha preso la parola il sindaco Paola Massidda che, dopo uno stop impostole su rilievo di legittimità della sua replica avanzato dal consigliere Michele Stivaletta, ha iniziato a parlare e lo ha fatto per circa 11 minuto e mezzo, con nuova contestazione da parte del consigliere Daniela Garau. Anche dell’intervento di replica del sindaco Paola Massidda, vi proponiamo la registrazione integrale.

IMG_2473IMG_2469 IMG_2470 IMG_2478 IMG_2490 IMG_2510 IMG_2516 IMG_2523 IMG_2528 IMG_2533 IMG_2544 IMG_2547 IMG_2551 IMG_2553IMG_2539

Comments

comments

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply