Solidarietà

Mercoledì 28 giugno sono arrivati a Cagliari altri 50 bambini bielorussi ospiti delle famiglie sarde.

Lo scorso 7 giugno l’arrivo del primo gruppo di bambini che soggiornerà in Sardegna per ben tre mesi. Mercoledì 28 giugno sono arrivati altri 2 gruppi per circa 50 arrivi, i piccoli ospiti soggiorneranno 2 mesi e 1 mese.

Ad accogliere i bambini oltre le famiglie accoglienti, i volontari dell’Associazione Cittadini del Mondo e il Console onorario della Repubblica Belarus in Sardegna Giuseppe Carboni.

Il prossimo mese arriverà un ulteriore gruppo di bambini bielorussi che soggiorneranno per tutto agosto!

Un grande ringraziamento va alle famiglie della Sardegna aderenti all’Associazione Cittadini del Mondo Onlus di Cagliari che anche quest’anno rinnovano l’appuntamento con la solidarietà aprendo le proprie case ai bambini bielorussi.

In occasione dei XXV Anni delle relazioni diplomatiche fra Italia e Repubblica Belarus in programma numerose iniziative che permetteranno di festeggiare al meglio l’Anno della Cultura Bielorussa in Sardegna: prevista, in questi mesi estivi, la partecipazione di due gruppi folcloristici bielorussi ai Festival Internazionali del Folclore che si svolgeranno ad Elmas ed Iglesias. In quell’occasione non mancheranno come gradito pubblico le famiglie accoglienti e i loro piccoli ospiti, a dimostrazione di un legame che partito dalla solidarietà oggi rappresenta anche una importante occasione di scambio e promozione culturale.

Perché il progetto Chernobyl? Un periodo di permanenza lontano dalle zone contaminate con una dieta ricca di proteine e vitamine consente di eliminare fra il 50% e il 70% degli isotopi radioattivi  con particolare riferimento al cesio 137 che si accumula dell’organismo dei bambini- La Centrale Nucleare di Chernobyl pur trovandosi in Ucraina ha riversato in Bielorussia oltre i 2/3 terzi del materiale radioattivo fuoriuscito. Chernobyl si trova a soli 5 chilometri dalla frontiera Bielorussia e, purtroppo, il giorno dell’incidente i venti soffiavano in direzione del territorio bielorusso.

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply