Cronaca

La solidarietà della RSU e dei lavoratori della Portovesme srl per la tragica morte sul lavoro del giovane romeno.

La RSU ha diffuso un comunicato sul tragico incidente verificatosi questa mattina alla Portovesme srl, nel quale ha perso la vita un giovane operaio romeno di 39 anni, dipendente dell’impresa Taccolini di Bergamo.

«Oggi 11 settembre 2017, alle ore 8.10 circa, a seguito di una chiamata urgente all’infermeria, siamo stati avvisati di un incidente sul lavoro, accaduto nell’area vasche zona parco sud dello stabilimento – si legge nella nota -. Accorsi subito sul posto, con lo staff medico della Portovesme s.r.l. che è prontamente intervenuto, abbiamo purtroppo constato che il collega di lavoro, riverso a terra, non dava segni di vita. Nonostante il pronto intervento da parte dello staff medico di fabbrica, che ha tentato di rianimarlo, i medici ne constatavano il decesso.
La dinamica dell’accaduto non risulta ancora essere chiara e siamo in attesa dei riscontri da parte delle autorità competenti. Il collega svolgeva una mansione di purificazione dei fanghi affidata ad una ditta di Bergamo specializzata nel settore.»
«Dai primi rilievi – aggiunge la RSU – risulterebbe che il collega fosse in assistenza a terra per indicazioni di manovra in un travaso di prodotto liquido tra contenitori con l’uso di un carrello elevatore. Al momento non appare chiaro se possa essere stato investito dal mezzo. Rimaniamo in attesa di informazioni più precise e sarà nostra cura comunicarle.
Le RSU e tutti i lavoratori operanti all’interno dello stabilimento, addolorati per quanto è accaduto – conclude la nota -, esprimono la loro solidarietà ai familiari del collega scomparso.»

Comments

comments

Leave a Reply