Cronaca

La domenica avventurosa di un clandestino sbarcato venerdì a Porto Pino: ricoverato al Sirai, fugge per raggiungere Cagliari ma a Villamassargia viene fermato dai carabinieri.

Il fine settimana avventuroso di un clandestino algerino sbarcato venerdì a Porto Pino. Dopo i primi soccorsi, ha accusato un malessere ed è stato ricoverato al Sirai di Carbonia. Ieri pomeriggio è fuggito dall’ospedale, è salito su un autobus che lo ha portato a Villamassargia, dove ha cercato di trovare un passaggio facendo l’autostop, per raggiungere Cagliari e far perdere le proprie tracce.

I carabinieri della Compagnia di Carbonia si sono messi sulle sue tracce e sono riusciti a fermarlo quando si trovava a piedi, accanto ad un incrocio, facendo l’autostop.

L’episodio conferma quanto la situazione degli sbarchi sia assai delicata e meriti decisamente maggiore attenzione da parte delle autorità competenti. L’appello del governatore Pigliaru al Governo, perché ponga un freno agli sbarchi, non ha avuto finora riscontri e le norme in vigore che, in caso di espulsione, prevedono che i clandestini vengano rimessi in libertà con l’ordine di lasciare il territorio entro 7 giorni, non dà alcuna certezza che lo stesso ordine venga eseguito e dei clandestini si perdono le tracce.

 

 

Comments

comments

Leave a Reply