Pesca

L’assessore dell’Agricoltura, ha incontrato ieri una rappresentanza dei pescatori di Santa Gilla e delle associazioni di categoria, sullo stato di salute delle acque della laguna.

L’assessore dell’Agricoltura, con delega anche per Pesca e Acquacoltura, Pierluigi Caria, ha incontrato ieri nella sede dell’Assessorato a Cagliari una rappresentanza dei pescatori di Santa Gilla e delle associazioni di categoria con cui si è confrontato sullo stato di salute delle acque della laguna. A seguito di interlocuzioni con l’assessore della Sanità, Luigi Arru, che a sua volta si è relazionato con gli uffici e l’ASSL di Cagliari, si sono determinate le condizioni per la riapertura della pesca alle arselle, mentre rimane bloccata, per ulteriori controlli delle acque, quella delle cozze e dei mitili più in generale. Già per i giorni a seguire sono attesi aggiornamenti sulle analisi. La prossima settimana sono previste invece le verifiche in loco da parte di Argea Sardegna per l’accertamento dei danni.
«La salute dei cittadini viene prima di tutto – ha detto Pierluigi Caria – anche se l’attenzione verso i tanti operatori colpiti dal fermo pesca è massima. Con i nostri uffici abbiamo individuato, e illustrato alla delegazione ricevuta in Assessorato, gli strumenti previsti dal FEAMP (Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca) per venire incontro ai disagi economici affrontati in queste settimane dai pescatori di Santa Gilla.»
 IMG_2652     IMG_2658

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply