Sanità

Edoardo Tocco (Forza Italia): «Si garantisca un futuro a lavoratori e pazienti dell’AIAS».

«Salvaguardare la professionalità degli operatori, impegnati da anni nelle strutture sparse in tutta la Sardegna, e garantire la continuità dell’assistenza per i pazienti in cura nelle residenze sanitarie.»

Il vicepresidente della commissione Salute del Consiglio regionale Edoardo Tocco (Forza Italia) non ha dubbi sulla vertenza AIAS. «La mancata proroga della convenzione con ATS sta risucchiando nel dramma 1.300 dipendenti dei complessi socio sanitari, che da ormai dieci mesi sono senza stipendio – rimarca Edoardo Tocco – e mettendo in pericolo le terapie per i pazienti, con il rischio che rimangano senza la necessaria assistenza. La commissione ha tentato in tutti i modi di evitare il tracollo, mettendo in campo tutte le competenze, con una mediazione tra le parti in causa. Abbiamo preso atto delle rivendicazioni dell’AIAS, che vanta dei crediti per le prestazioni che le vecchie ASL non avrebbero pagato e presunti ritardi riguardanti le quote sociali dei Comuni. La Regione, d’altro canto, ha mostrato i muscoli davanti ai tetti di spesa e alle tariffe. Certo, avremmo gradito che fosse riconosciuto all’AIAS il giusto riconoscimento per le spettanze arretrate – aggiunge Edoardo Tocco -. Siamo disorientati di fronte alla mancata proroga della convenzione, con un’incertezza senza fine per il futuro dell’Associazione italiana per l’assistenza agli spastici in Sardegna. Pensiamo – conclude Edoardo Tocco – occorra un tavolo tecnico per garantire ai lavoratori la prosecuzione dell’attività e ai pazienti la continuità delle cure.»

 

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply