Musica

I The Young Mothers ed il David Murray Quartet di scena questa sera nella 2ª giornata del XXXIII festival “Ai Confini tra Sardegna e Jazz”.

Seconda giornata per la XXXIII edizione di “Ai confini tra Sardegna e jazz”. Il primo set della serata vedrà protagonisti i The Young Mothers, super gruppo che ha contribuito a dettare la direzione della musica creativa a New York; a seguire sarà la volta del David Murray Quartet, quartetto di provenienza tutta americana che non ha bisogno di presentazioni, in quanto pochi musicisti nella storia del jazz sono stati produttivi e pieni di risorse come David Murray, considerato degno successore dei più grandi esponenti del genere.

Ieri sera ad aprire la rassegna internazionale sul palco di piazza del nuraghe sono stati i Roots Magic, quartetto interamente italiano che nel 2015, 2016 e 2017 si è imposto tra le migliori 10 band italiane. La scena è poi passata alla The White Desert Orchestra diretta dalla 36enne pianista francese Eve Risser che, con la sua poliedrica creatività musicale, non ha deluso le attese, confermando le credenziali meritate nei più svariati contesti mondiali tra concerti, festival e collaborazioni con gruppi di prestigio mondiale.

Domani sera sul palco di Piazza del Nuraghe si esibiranno prima l’originale formazione dei Radian, trio austriaco divenuto punto di riferimento per i nuovi filoni di musica elettronica; a seguire, direttamente da New York, i Talibam & Joe McPhee, ensemble elettronica ispirata a Stockhausen che può essere descritta come una sezione ritmica fatta di agilità, velocità, precisione e passione.

Allegato l’album fotografico dei due concerti della serata inaugurale del XXXIII Festival internazionale “Ai Confini tra Sardegna e Jazz”.

   ì               

 

Comments

comments

Tags: , , , , , ,

Leave a Reply