Regione

L’assessore del Personale Filippo Spanu esprimo stupore e rammarico per la presa di posizione del presidente della prima Commissione Francesco Agus.

«Esprimo stupore e rammarico per la presa di posizione del presidente della prima Commissione Francesco Agus, in quanto i rapporti tra la Giunta e il Consiglio su questi temi sono stati sempre improntati alla più ampia e leale collaborazione.»

Lo ha detto questa sera l’assessore del Personale Filippo Spanu.

«Se è vero – aggiunge Filippo Spanu – che sono stati richiesti da parte della Prima Commissione, a ridosso del periodo feriale, dati e informazioni complesse riguardanti le progressioni professionali e questi non sono stati ancora forniti, è pur vero che la necessità di calcoli attenti e orientati a non creare distorsioni nel sistema delle progressioni, ha richiesto, al netto del periodo feriale, approfondimenti che saranno resi disponibili quanto prima alla Commissione competente, in tempo per poter proporre integrazioni. Questa situazione, che verrà subito sanata, non giustifica attacchi incomprensibili alla corretta attuazione di una norma, per il reclutamento di dirigenti a tempo determinato, finalizzata a dotare con urgenza l’Amministrazione di un certo numero di figure dirigenziali, per affrontare le gravissime scoperture attualmente presenti, portare a compimento la legislatura e garantire i servizi di cui i cittadini hanno bisogno.»

L’assessore del Personale sottolinea che «tale intento era stato esplicitato in modo chiaro dalla Giunta e condiviso, sia in sede di Prima Commissione, che nel voto in Consiglio in occasione dell’approvazione della Legge regionale n. 21 del 18 giugno 2018. In merito alla selezione, a cui fa riferimento il presidente della Prima Commissione, ricordo che i profili sono tutti legati a servizi di fondamentale importanza, anche a seguito di necessarie e urgenti azioni di riorganizzazione della macchina regionale, che hanno portato a un’ulteriore riduzione del numero delle posizioni dirigenziali e quindi della spesa regionale».

«Le procedure utilizzate – conclude l’assessore del Personale – sono selezioni ad evidenza pubblica, trasparenti e aperte a tutti coloro che hanno i requisiti per accedere ai concorsi per la dirigenza. Rassicuro l’onorevole Francesco Agus sul fatto che tutti i concorsi previsti, sia a tempo determinato che indeterminato, si faranno, seppure in un clima non sempre favorevole, data la diffusione di notizie prive di qualsiasi fondamento.»

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply