Archeologia

Si è concluso lo scorso weekend, a Matera, il blog tour dell’Associazione Italiana Travel Blogger che ha toccato i siti Unesco di Puglia, Campania, Sardegna, Sicilia e Basilicata.     

A Matera, nella Sala Carlo Levi di Palazzo Lanfranchi, lo scorso 18 luglio si era tenuta la conferenza stampa di presentazione del progetto Rete Siti Unesco, iniziativa cofinanziata dal ministero dei Beni e delle Attività Culturali, elaborato dall’Associazione Province Unesco Sud Italia e promosso dall’Unione delle Province d’Italia.

Due mesi dopo, sempre a Matera, si è conclusa la missione dell’Associazione Italiana Travel Blogger che ha portato grande visibilità mediatica al progetto grazie ad un’attività di storytelling integrato – dal blogging ai social media – in grado di suscitare un grande interesse trasversale sul web.

«Grazie alla professionalità dei nostri travel blogger impegnati in questa bellissima avventura abbiamo prodotto contenuti di qualità dal punto di vista paesaggistico, culturale ed enogastronomico che hanno portato una visibilità importante a #UNESCOfestivalexperience – spiega con soddisfazione Monica Nardella, Presidente di AITB – 14.400 l’engagement generato dai 3.200 contenuti prodotti e circa 20 milioni la reach organica nei due mesi e mezzo di blog tour: numeri che confermano che in Italia il turismo culturale, se comunicato in maniera differente grazie alla contaminazione tra scrittura di viaggio e nuovi media digitali, pụò diventare attrattivo anche per Millennial e Generation Z.» 

Tra i siti Unesco del Sud Italia più apprezzati dai follower i trulli di Alberobello e la fortezza di Federico II di Castel del Monte, il Villaggio Nuragico Su Nuraxi di Barumini, i Sassi e il Parco delle Chiese Rupestri di Matera, i siti archeologici di Paestum, Velia e la Certosa di Padula, le cattedrali di Cefalù e Monreale, le necropoli rupestri di Pantalica, le città tardo barocche del Val di Noto e la villa romana del Casale di Piazza Armerina.

Una delegazione di AITB sarà presente dal 10 al 12 ottobre al TTG di Rimini, la manifestazione fieristica italiana B2B di riferimento per la promozione del turismo mondiale in Italia e per la commercializzazione dell’offerta turistica italiana nel mondo.                                                                                                          

«Saremo felici di condividere i risultati di #UNESCOfestivalexperience e degli altri progetti che ci hanno visti impegnati in questi tre anni di attività con tutte quelle realtà del settore in cerca di un interlocutore in grado di assicurare competenza, esperienza e professionalità nel raccontare e promuovere il turismo culturale» conclude Monica Nardella.

 

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply