Cronaca / Guardia Costiera

Due diportisti tedeschi alla deriva a Porto Zafferano su una barca a vela, sono stati salvati dalla Guardia Costiera di Sant’Antioco e dalla motovedetta dell’Esercito di stanza al 1° Reggimento.

Due diportisti tedeschi alla deriva a Porto Zafferano su una barca a vela, sono stati salvati dalla Guardia Costiera di Sant’Antioco e dalla motovedetta dell’Esercito di stanza al 1° Reggimento.

Alle ore 9.00 circa la Centrale Operativa del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto ha allertato la Sala Operativa della Direzione Marittima di Cagliari in merito alla richiesta di soccorso da parte di due uomini di nazionalità tedesca a bordo di un’imbarcazione a vela alla deriva a causa dell’avaria del sistemi di propulsione a motore e a vela, a circa 50 metri dalla scogliera a picco di Porto Zafferano.

Immediatamente è stato allertato il dispositivo Search and Rescue dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Sant’Antioco, sotto il coordinamento del Comandante T.V. (CP) Francesco S.M. D’Istria, che ha inviato sul posto la dipendente unità GCA93 a circa 13 miglia dal porto di Sant’Antioco. L’operazione di recupero e soccorso in mare è stata compiuta congiuntamente con la motovedetta dell’Esercito di stanza presso il 1° Reggimento Corazzato di Teulada, giunta tempestivamente sul posto.

Nonostante le condizioni meteo marine proibitive, l’imbarcazione e i due occupanti, sono stati posti in sicurezza presso gli ormeggi di Porto Pino, evitando così conseguenze più gravi.

L’Ufficio Circondariale Marittimo continua a raccomandare agli utenti del mare l’uso del buon senso ed il rispetto delle più basilari norme che disciplinano la sicurezza della navigazione al fine di prevenire incidenti in mare, soprattutto in caso di avverse condizioni meteorologiche, ricordando che per le emergenze in mare è sempre attivo, 24 ore su 24, il numero blu 1530.

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply