Archeologia industriale

Il Consiglio comunale di Iglesias ha votato all’unanimità la richiesta di acquisizione gratuita al patrimonio comunale dei beni ex minerari della “Grotta di Santa Barbara”, della “Galleria Villamarina” e del “Pozzo Sella”.

Lunedì 28 gennaio 2019, il Consiglio comunale di Iglesias, ha votato all’unanimità la richiesta di acquisizione gratuita al patrimonio comunale dei beni ex minerari della “Grotta di Santa Barbara”, della “Galleria Villamarina” e del “Pozzo Sella”, al fine di consentirne l’utilizzo pubblico per fini sociali, culturali e turistici, ai sensi della legge regionale n. 33/1998 (art.8 commi 2-3),

Nel dettaglio, è stato richiesto alla Regione Sardegna il comodato d’uso nelle more dell’iter di cessione definitiva delle aree in questione.

Tali siti minerari dismessi, ubicati nel territorio del comune di Iglesias, comprendono alcune aree e immobili di servizio degli stessi, e attualmente sono nella disponibilità di IGEA S.p.A., società in house della Regione Sardegna.

Contestualmente, il Consiglio comunale di Iglesias, ha approvato all’unanimità i Piani di Utilizzo per singolo immobile, ai sensi delle legge regionale n. 33/1998, delle direttive regionali approvate con deliberazione della Giunta regionale nn. 21/23 del 18/05/2000 e della legge regionale n. 5 del 9/03/2015 che evidenzia il ruolo dei Comuni in merito alla valorizzazione turistica e produttiva dei siti ex minerari.

Iniziative da realizzarsi in collaborazione con gli altri soggetti coinvolti, come IGEA ed il Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna.

«La valorizzazione dei beni minerari può essere la partita più importante per uscire dalla crisi economica che attanaglia da anni il territorio – ha sottolineato il Sindaco Mauro Usai – alla luce anche dell’attenzione dimostrata da numerosi soggetti privati, per una valorizzazione produttiva turistica e culturale.»

Un turismo di settore, che vada oltre la tradizionale stagione balneare dei mesi estivi, per dar vita ad un’offerta più ampia, legata alla valorizzazione del territorio e alla sostenibilità ambientale.

«Nel territorio esistono tanti beni che possono essere valorizzati – ha concluso Mauro Usai -, alla luce delle loro straordinarie potenzialità turistiche, e che possono anche diventare un’importante occasione di lavoro per tanti giovani.»

La Galleria Villamarina.

 

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply