Leggi

Pietro Cocco (Pd): «Apprendo con grande sconcerto che il Consiglio dei ministri ha impugnato la legge regionale che inquadra 6.000 dipendenti di Forestas».

«Apprendo con grande sconcerto che il Consiglio dei ministri dell’attuale Governo ha impugnato la legge del Consiglio regionale con la quale ai circa 6.000 dipendenti di Forestas, inquadrati come braccianti agricoli, è stato applicato il regime contrattuale previsto per le Agenzie che fanno parte del Sistema Regione, eliminando una evidente disparità di trattamento col resto del comparto e colmando in questo modo una lacuna legislativa che ha determinato per troppo tempo incertezza contrattuale e confusione organizzativa.»

Lo scrive, in una nota, Pietro Cocco, capogruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale.

«Con grande senso di responsabilità – aggiunge Pietro Cocco – abbiamo reso giustizia a quei tanti lavoratori confinati per anni in una contrattazione vecchia, obsoleta, ormai inapplicabile, senza determinare peraltro nessun incremento di spesa a carico del bilancio della Regione.»

«Rivolgo un appello al Governo perché non si proceda in tal senso e chiedo a nome mio e del Gruppo del Partito Democratico il ritiro dell’impugnativa, che entra in contrasto con la potestà legislativa esclusiva, amministrativa e finanziaria totalmente ascrivibile alla Regione Sardegna – conclude Pietro Cocco -, in quanto regione a Statuto Speciale, che difenderemo in tutte le sedi.»

Comments

comments

Leave a Reply