Urbanistica

Questa mattina, a Molentargius, l’assessore dell’Urbanistica Cristiano Erriu ha illustrato le finalità della Scuola del paesaggio della Sardegna.

Questa mattina, nella sala conferenze ‘Helmar Schenk’ del Parco di Molentargius, l’assessore regionale dell’Urbanistica Cristiano Erriu ha illustrato le finalità del nuovo istituto che coinvolgerà quanti si occupano del paesaggio storico, in tutte le sue forme.

«La Scuola – ha sottolineato l’assessore regionale dell’Urbanistica Cristiano Erriu – si inserisce all’interno dell’Osservatorio delle trasformazioni territoriali e della qualità paesaggistica. Si tratta di un’iniziativa importante perché punta sulla salvaguardia e la valorizzazione del paesaggio, privilegiando la formazione e la capacità amministrativa di quanti, a vario titolo, hanno competenza e ruolo su queste tematiche anche nella società civile. Si deve arrivare a parlare un linguaggio comune, coinvolgendo in pieno i territori e diffondendo la cultura della partecipazione. Attraverso la Scuola, tra l’altro, sarà possibile dare piena operatività all’Osservatorio con attività di sensibilizzazione, conferenze, pubblicazioni e specifici programmi di informazione e formazione. Le attività della Scuola saranno orientate a coinvolgere testimoni ed esperti anche internazionali, come coloro che sono intervenuti ai lavori di oggi.»

Il Comitato di coordinamento della Scuola, organo di indirizzo delle attività, è composto dai rappresentanti della Regione, dei Comuni (attraverso l’ANCI Sardegna), delle Università di Cagliari e Sassari, della Rete delle professioni tecniche, degli Ordini professionali e del ministero dell’Istruzione e della Ricerca attraverso l’Ufficio scolastico regionale.

Nelle prossime settimane saranno programmati numerosi incontri in tutta la Sardegna per verificare i reali fabbisogni e avviare la attività formative nei singoli territori.

La Scuola del paesaggio sarà un luogo di incontro itinerante in tutta la Sardegna. Sono previste azioni permanenti di educazione e sensibilizzazione sulle tematiche della difesa e della valorizzazione dell’ambiente con l’intento di diffondere la cultura della tutela e della protezione. Il target sarà multivello: dagli ordini professionali di ingegneri e architetti agli studenti ai cittadini. In fase di avvio, 8 seminari con trasferimento di competenze tecniche e pratiche.

Nel corso dell’incontro di oggi, a cui è intervenuto anche il presidente dell’Anci Sardegna Emiliano Deiana, si è discusso di buone pratiche e di modelli positivamente realizzati: Ugo Morelli, docente di Psicologia del lavoro e dell’organizzazione e di Psicologia della creatività e dell’innovazione, ha portato l’esempio della Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio del Trentino, mentre Victor Tenez, docente del Politecnico della Catalogna, si è soffermato sull’esperienza del suo ateneo che ha creato il Master di Alta formazione in materia di Architettura del paesaggio.

 

Comments

comments

Tags: , , , ,

Leave a Reply