Parlamento europeo

Con l’Atto di Accessibilità Europeo, i prodotti e i servizi chiave quali smartphone, bancomat, distributori automatici di biglietti e servizi bancari, saranno resi più accessibili alle persone con disabilità.

L’Atto di Accessibilità Europeo (EAA), approvato oggi in via definitiva dal Parlamento europeo on 613 voti favorevoli, 23 contrari e 36 astensioni, mira a migliorare la vita quotidiana dei disabili e degli anziani, aprendo la strada ad una maggiore innovazione.

La nuova direttiva, già concordata provvisoriamente con i Ministri UE nel novembre scorso, stabilisce i requisiti per rendere più accessibili una serie di prodotti e servizi, come ad esempio: 

  • biglietterie e distributori automatici
  • bancomat e altri terminali di pagamento
  • computer e sistemi operativi
  • smartphone, tablet e TV
  • servizi bancari per i consumatori
  • e-book e software dedicati
  • servizi di e-commerce
  • servizi di trasporto passeggeri per via aerea, mare, ferroviaria e su gomma, con informazioni in tempo reale sul viaggio

L’EAA indica i prodotti e i servizi che devono diventare più accessibili, senza imporre soluzioni tecniche dettagliate, aprendo così la strada all’innovazione. Le micro-imprese saranno esonerate da alcuni obblighi.

I requisiti di accessibilità, ad esempio quelli che riguardano le rampe, le porte, i bagni pubblici e le scale, attualmente variano da un Paese all’altro. Gli Stati membri sono incoraggiati ad allineare il più possibile i loro requisiti, al fine di rendere gli ambienti già edificati progressivamente più accessibili ai disabili di tutta l’UE.

Comments

comments

Leave a Reply