Enti locali

Genti Noa: «Siamo alle solite: si pensa alle campagne elettorali e al possibile incarico in regione per il sindaco di Sant’Antioco e si tralasciano alcuni aspetti fondamentali dell’amministrazione cittadina».

«Siamo alle solite: si pensa alle campagne elettorali e al possibile incarico in regione per il sindaco di Sant’Antioco e si tralasciano alcuni aspetti fondamentali dell’amministrazione cittadina. Oltre ai disagi di questi giorni relativi alla raccolta differenziata, gli antiochensi, infatti, dovranno cimentarsi con una nuova, onerosa gestione dei parcheggi a pagamento.»

Lo scrive, in una nota, il gruppo consiliare di minoranza Genti Noa.

«Come può evincersi dal capitolato di gara del servizio parcheggi a pagamento pubblicato nel sito istituzionale, i commercianti e tutti gli utenti del centro cittadino dovranno ancora sopportare il piazzale Pertini a pagamento, oltre a un sistema di prelievo del corrispettivo della sosta ancora molto rigido, che nel passato è stato foriero di centinaia di sanzioni amministrative ai danni di cittadini e turisti colpevoli di aver tardato il pagamento della sosta anche per pochi secondi. Nulla è cambiato in questo senso. Il messaggio è chiaro: non trattenetevi troppo per i vostri acquisti nel centro cittadino poiché, se vi scade il tagliando, la multa che vi aspetta sarà sempre salata! – aggiunge Genti Noa – Sempre nel Piazzale Pertini non si avrà la tariffa unica come in passato, ma una tariffa oraria, con tutte le conseguenze relative ai riflessi sulle attività economiche del centro, il quale, nei mesi estivi, da giugno a settembre, sarà chiuso al traffico degli autoveicoli. Perlomeno questo è l’indirizzo indicato negli atti istituzionali.»

«Come se non bastasse, si pagherà il parcheggio ovunque, anche negli scorci di Su Portixeddu e di Calalunga, dove non esiste alcun servizio per i bagnanti. Sembra che l’intento sia quello di recuperare denari da ogni dove! Siamo sconcertati per la velocità con la quale Ignazio Locci si rimangia le promesse elettorali. Nel 2017, per diventare Sindaco, aveva promesso di eliminare il parcheggio del piazzale Pertini,considerando in generale i parcheggi a pagamento come un balzello inutile perché suscettibile di scoraggiare gli utenti delle attività economiche locali ed i turisti. Oggi, come è successo con la tassa di soggiorno e le altre tasse comunali, stiamo diventando la città delle tasse,altro che città turistica, e non esiste in cantiere nessun piano organico per il lavoro e lo sviluppo – conclude Genti Noa -. Oggi, anche la gestione dell’appalto parcheggi, lo dimostra.»

Comments

comments

Leave a Reply