Libri

Sabato 2 marzo, alle 18.00, all’Hotel Panorama di Cagliari, Roberto Zanda presenta il libro “La vita oltre”.

Sabato 2 marzo, alle 18.00, all’Hotel Panorama di Cagliari, Roberto Zanda, presenta il libro “La vita oltre“, una storia di coraggio e rinascita, in cui racconta l’incredibile vicenda che ha suscitato molto clamore nel febbraio 2018. Roberto Zanda ultramaratoneta sardo conosciuto come “Massiccione” per la sua tempra ha partecipato alla Yukon arctic ultra ad una gara estrema di 480 chilometri tra le nevi canadesi, una delle gare più dure al mondo x le temperature assurde da affrontare fino ai 50 gradi sottozero, dove purtroppo nell’organizzazione qualcosa va storto, Roberto Zanda secondo in classifica, si perde e prima che venga soccorso passano 14 0re in cui rischia la morte per ipotermia, sopravvive da solo camminando a mano e piedi nudi x notte e giorno fino alla salvezza.

Quella di “Massiccione“, però, non è solo la storia di un sopravvissuto, ma la sua vita è sempre stata all’insegna dell’oltre, è scampato ad un’infanzia difficile, si è arruolato nella folgore ha fatto mille lavori ma a 40 anni ha mollato tutto, anche il lavoro sicuro x darsi alle gare estreme prima con il triathlon e poi ultramaratoneta.

Con lo sport ha trovato quella libertà che la vita ordinaria non gli dava, ha solcato quasi tutti i deserti del mondo, ha rischiato di morire per una peritonite nel deserto, dove è stato salvato dai beduini ed uscito vivo anche dalla terribile prova nei ghiacci del Canada.

Oggi, con le sue protesi ipertecnologiche, il nuovo Roberto Zanda sarà il giorno sabato 2 marzo all’Hotel Panorama di Cagliari, in viale Diaz, per la presentazione del suo libro, alle ore 18.00, in cui si parlerà della sua straordinaria vita che sta appassionando media italiani ed internazionali per il suo esempio per la sua sua forza di volontà ed il suo lato positivo nell’affrontare la vita con grande coraggio, dimostrando che la vita va amata oltre ogni misura.

Relatori Roberto Zanda, Gianluigi Pala ed Antonio Perra.

Comments

comments

Tags: , ,

Leave a Reply