Trasporti

Pino Cabras (M5S): “La Via della Seta può essere un’occasione di rilancio per il Porto Canale di Cagliari».

«Come Movimento 5 Stelle crediamo che occorra invertire la direzione delle fughe d’impresa. Riguardo alla crisi del Porto Canale di Cagliari, la Via della Seta e le altre rotte commerciali sono dunque un’occasione di rilancio che vogliamo favorire, specie in una realtà geograficamente ideale come la Sardegna. Per questo motivo non assisteremo passivamente a una particolare forma di delocalizzazione come quella che si tenta a carico dell’isola. Investire sulle infrastrutture e sui possibili vantaggi fiscali si può.»

Lo ha affermato oggi alla Camera il deputato del Movimento 5 Stelle Pino Cabras, intervenendo sulla crisi del Porto Canale di Cagliari.

«È stata aperta una sede di discussione permanente con soggetti istituzionali e sindacali. Non saranno soli e seguiremo da vicino gli sviluppi – ha proseguito Cabras, ricordando come dal prossimo 30 aprile settecento lavoratori rischiano il licenziamento per effetto della decisione della Hapag Lloyd, la principale compagnia navale che opera sul porto -. E assieme ai posti di lavoro, sono a rischio immediato le linee con il Canada, con il Golfo del Messico, con gli Stati Uniti Occidentali, con il Mediterraneo orientale e l’Egitto. È come se di improvviso si decidesse di tagliar fuori la Sardegna e tutta la sua economia dal mondo.»

Per Pino Cabras «dopo anni di buoni profitti, seguiti da anni di trascuratezza rispetto a quelle infrastrutture portuali, la scelta non può essere l’abbandono. Come Movimento 5 Stelle siamo sempre particolarmente sensibili all’idea che occorra invertire la direzione delle fughe d’impresa. Perciò non assisteremo passivamente a una particolare forma di delocalizzazione come quella che si tenta a carico della Sardegna. Investire sulle infrastrutture e sui possibili vantaggi fiscali si può. La Via della Seta e le altre rotte commerciali sono un’occasione di rilancio che vogliamo favorire, specie in una realtà geograficamente ideale».

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply