Solidarietà

Venerdì 10 maggio la sala polifunzionale del comune di Carbonia ospiterà un incontro pubblico per sensibilizzare i cittadini sulla donazione degli organi.


Donare gli organi è un gesto di grande solidarietà e altruismo. Al fine di sensibilizzare la cittadinanza in merito all’importanza di un atto di generosità che, se seguito dal trapianto, può salvare vite umane, il comune di Carbonia ha organizza
to, in collaborazione con Sardegna CORT (Centro Operativo Regionale Trapianti) e con OPI (Ordine Professioni Infermieristiche) Carbonia Iglesias, un incontro pubblico dal titolo “Una scelta in Comune”, che si svolgerà venerdì 10 maggio, alle ore 16.00, nella sala polifunzionale di piazza Roma.

Si ricorre al trapianto quando una grave insufficienza d’organo o una grave malattia del sangue non risulta curabile con altri trattamenti medici; spesso, infatti, il trapianto è una terapia salvavita, come nel caso rappresentato da una grave insufficienza cardiaca, al fegato, ai polmoni e all’intestino.
«Alla base del trapianto c’è la donazione, un atto volontario, consapevole e gratuito. Risulta però necessario che si rendano disponibili sempre più donatori che, con il loro nobile gesto, possono dare un contributo efficace alle tante richieste dei pazienti in attesa di trapianto», ha affermato il sindaco Paola Massidda.

«In questo contesto assolvono un ruolo importante i Comuni e, nel caso specifico, l’Ufficio Anagrafe, individuato quale punto di raccolta e registrazione delle dichiarazioni di volontà dei cittadini in merito alla donazione di organi e tessuti», ha spiegato l’assessore dei Servizi sociali Loredana La Barbera.

A tutte le persone maggiorenni, infatti, in occasione del ritiro o del rinnovo della carta d’identità, è offerta una modalità aggiuntiva con la quale esprimere il proprio consenso o diniego alla donazione.
Tutti questi aspetti verranno approfonditi da qualificati esperti del settore nel corso dell’incontro di venerdì 10 maggio, di cui alleghiamo la locandina.

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply