Feste commemorative

Mercoledì mattina le Amministrazioni comunali di Carbonia e Gonnesa parteciperanno alla commemorazione del 69° anniversario delle 16 vittime dell’ERLAAS.

Il comune di Carbonia, rappresentato dall’assessore della Cultura Sabrina Sabiu, domani mattina, mercoledì 26 giugno, alle ore 10.30, nei pressi di Flumentepido – all’altezza del bivio per Medau Is Serafinis – parteciperà alla commemorazione del 69° anniversario delle vittime del terribile incidente stradale che il 26 giugno del 1950 costò la vita a 16 operai dell’ERLAAS (Ente Regionale per la Lotta Antianofelica in Sardegna), un ente che nel secondo dopoguerra, in collaborazione con la Fondazione Rockfeller, diede un contributo decisivo all’eradicazione della malaria nell’isola.

Sono passati 69 anni da una tragedia che accomuna, soprattutto, due centri del Sulcis, Gonnesa e Carbonia. Partì proprio dal comune gonnesino, infatti, il camion che stava conducendo gli operai sul posto di lavoro, prima di capovolgersi, in un terribile incidente stradale, sulla strada statale 126, all’altezza di Flumentepido (bivio per Medau Is Serafinis). Luogo in cui domani, mercoledì 26 giugno alle ore 10.30, presso la stele commemorativa, l’assessore alla Cultura Sabrina Sabiu ed il sindaco di Gonnesa Hansel Cristian Cabiddu ricorderanno le 16 vittime che perirono in quella fatalità.

«Domani esprimeremo solidarietà e vicinanza a tutti i parenti delle vittime per una ricorrenza tragica alla quale l’Amministrazione comunale di Carbonia partecipa attivamente per ricordare le tante azioni meritorie compiute dagli operai dell’ERLAAS, capaci di debellare un malattia che stava decimando la popolazione sarda nell’immediato secondo dopoguerra», ha detto l’assessore della Cultura Sabrina Sabiu.

L’ERLAAS operò dal novembre 1946 al dicembre 1950, riuscendo a realizzare l’obiettivo della totale sconfitta dell’endemia. Un risultato straordinario per Carbonia, Gonnesa e l’intera regione.

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply