Musica

Grande entusiasmo per la band dei Boomdabash il 18 luglio ad Arborea, alla festa del S.S. Redentore.

Grande entusiasmo per la band dei Boomdabash il 18 luglio ad Arborea, in piazza Maria Ausiliatrice, in occasione della festa del S.S. Redentore. Il concerto organizzato da un giovane comitato, in collaborazione con l’agenzia di spettacolo Vadilonga, ha attirato tantissimi giovani che non si sono lasciati sfuggire quello che sapevano sarebbe stato uno spettacolo eccezionale, che li ha travolti in un continuo ed incessante “ballare e cantare” a suon di reggae, soul, drum and bass e hip hop. La band italiana di origine pugliese vanta numerose partecipazioni a vari festival reggae in Italia ed in Europa.

Con il loro tour estivo “Per un milione” che prende il nome dal brano presentato alla 69ª edizione del Festival di Sanremo, nella quale sono arrivati undicesimi, portano sul palco dei messaggi profondi, come ad esempio l’indispensabilità di vivere i piccoli gesti quotidiani invitando alla riflessione sull’importanza di riscoprire i valori e la bellezza dei momenti passati insieme agli affetti più cari. Ma anche il rispetto per le donne e per la gente del sud, l’orgoglio di essere meridionali...”terroni” o ancora l’importanza di “esserci” in realtà tristi come quella dei bimbi ricoverati in ospedale, a questo proposito con grande orgoglio colgono l’occasione per mostrare le foto della loro presenza nel reparto di pediatria dell’ospedale di Brindisi.

Un gruppo impegnato nel sociale che con “una gavetta di 15 anni” racconta in musica spaccati di vita, una band che ha collaborato con artisti molto conosciuti come Loredana Bertè, Jake La Furia, Fabri Fibra ed ultimamente Alessandra Amoroso… una band che ha ottenuto in poche settimane un triplo disco d’oro!

Sono riusciti sin dai primi brani ad infiammare la piazza che è letteralmente esplosa quando nell’aria si sono sentite le prime note di “Mambo Salentino”, “Ti aspetterò” e “Non ti dico no”.

Completi e stratosferici interpreti, maghi del divertimento che passa attraverso il sapore dei valori della vita cantati dalla voce di chi li vive quotidianamente.

Nadia Pische

                                 

Comments

comments

Tags: , , , , ,

Leave a Reply