Commercio

Sabato 6 luglio 2019 partono i saldi estivi in tutta la Sardegna.

Sabato 6 luglio 2019 partono i saldi estivi in tutta la Sardegna, così come disposto dall’assessore regionale del Turismo, Artigianato e Commercio.

I saldi avranno la durata di 60 giorni (termine il 4 settembre) e rappresentano per i commercianti di tutta la regione un’occasione importante per cercare di realizzare gli investimenti effettuati in scorte. Ovviamente i saldi riguardano il settore moda: abbigliamento, calzature e accessori  che, mai come negli ultimi anni, stanno affrontando una crisi senza precedenti, che sta minando anche la loro sopravvivenza. Saranno molti i negozi del centro di Cagliari che apriranno la loro attività fino alle ore 24.00 (alcuni anche la domenica 7 luglio) per permettere ai loro clienti di recarsi a fare shopping al fresco della sera, magari dopo essere stati al mare.

«I saldi rappresentano un momento importante nella vita delle attività commerciali legate al settore moda – afferma Marco Medda, presidente provinciale della Confesercenti – perché possono offrire ancora quasi interamente l’assortimento di cui ci si è dotati per la stagione. Da ciò è facile immaginare quanto il periodo delle vendite con i saldi sia atteso sia dai commercianti che dai consumatori, che sperano, seppure per ragioni diverse, di fare dei buoni affari. Purtroppo, però, è anche vero che negli ultimi anni molte aziende, in particolare alcuni grandi magazzini del centro di Cagliari, hanno anticipato le vendite a saldo a danno dei commercianti onesti che, nel rispetto della legge, attendono le date previste dalla Regione, riducendo in modo forte la capacità di acquisto dei loro clienti. La riforma della legge 5/2006 e, in particolare, la normativa sui saldi, sarà uno dei compiti principali che attende l’assessore regionale Chessa per il suo mandato.»

«Una questione importante da definire però riguarda anche le campagne allarmistiche che troppo spesso si effettuano – aggiunge Marco Medda – che certamente non aiutano a creare un ambiente sereno indispensabile allo sviluppo positivo del mercato degli acquisti. Si sprecano infatti i consigli nello stare attenti alla truffa e agli imbrogli che tutti gli anni nel periodo dei saldi vengono profusi ai consumatori, come se i commercianti non fossero i primi interessati a tutelare e a favorire gli acquisti migliori per la loro clientela, che rimane (come insegna la regola numero uno dell’imprenditore) il patrimonio essenziale di qualsiasi azienda commerciale. Ci sembrano davvero situazioni ormai così lontane che ci pare assurdo riproporre ogni anno la stessa questione.»

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply