Ambiente / Istruzione

Sennori avrà un asilo nido super tecnologico, sostenibile dal punto di vista ambientale, e rivoluzionario per l’aspetto didattico e sociale.

Sennori avrà un asilo nido super tecnologico, sostenibile dal punto di vista ambientale, e rivoluzionario per l’aspetto didattico e sociale.

Per realizzarlo il Comune ha presentato un progetto avveniristico alla Regione, che ne ha riconosciuto la validità e lo ha inserito fra gli otto “Progetti Pilota d Rigenerazione Urbana” da finanziare nell’ambito del “Programma Regionale di Sviluppo 2014-2019. Strategia 3 Una società inclusiva. Programma di Intervento 7 Inclusione sociale. POR FESR 2014-2020 – Asse VII, Azione 9.6.6. Agenda Urbana”. Il finanziamento concesso al Comune per realizzare il Nido d’infanzia urbano (Niu) è di 428.119,99 euro.

Il progetto sarà realizzato in una porzione oggi abbandonata del complesso scolastico di via Treves, che nelle altre ali dell’edificio ospita già le scuole elementari e medie. L’intervento prevede la realizzazione di una struttura polifunzionale rivolta alla prima infanzia, in grado di superare la classica idea dell’asilo nido attraverso la creazione di spazi dedicati al gioco, alla creatività e alla divulgazione della memoria storica, per lo sviluppo delle abilità psico-motorie dei bambini in età di sviluppo. L’intero spazio sarà concepito come un laboratorio d’apprendimento multidisciplinare, con arredi multifunzionali, pareti attrezzate, impianti domotici per il controllo e regolazione automatici di luci, umidità e temperatura, in base ai valori rilevati all’esterno e al tipo di attività che i bambini stanno svolgendo a scuola.

Oltre all’interno dell’edificio, sarà riqualificato e reso fruibile anche lo spazio esterno, che sarà messo a disposizione di tutti. È stata pensata un’ampia area esterna con la creazione di un piccolo giardino collegato a quello della scuola, a uso didattico e ricreativo (con orti sinergici, giardino sensoriale, percorsi ludici e ambientali), per l’organizzazione di eventi collettivi, a disposizione della comunità e del territorio. È prevista inoltre la realizzazione di laboratori creativi e di una ludoteca all’interno dell’edificio, che permetteranno di prolungare la permanenza dei bimbi nella struttura, anche al di fuori delle ore di apertura dell’asilo, e allo stesso tempo di accogliere altri bambini anche di età diverse a seconda dell’attività programmata.

Ma il NIU non sarà solo un asilo: il progetto prevede la possibilità di creare un raccordo generazionale attraverso la condivisione di spazi sociali, con la costruzione di una piccola cucina e l’organizzazione di

laboratori in cui gli anziani potranno tramandare le tradizioni del territorio. Tutto sarà realizzato seguendo princìpi di sostenibilità ambientale, secondo le più moderne tecniche della bioarchitettura.

«Questo intervento ci rende particolarmente felici per due motivi – spiega il sindaco, Nicola Sassu – primo perché Sennori avrà finalmente un asilo nido, che finora mancava in paese, creando disagi alle famiglie; e in secondo luogo perché il finanziamento concesso dalla Regione testimonia l’ottimo lavoro che questa amministrazione sta compiendo in termini di programmazione e di realizzazione di progetti di qualità.»

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply