Musica

Serata all’insegna delle chitarre al festival Narcao Blues con Anthony Gomes e Scott Henderson.

Arrivano da oltreoceano i protagonisti della seconda serata di Narcao Blues, il festival organizzato dall’associazione culturale Progetto Evoluzione. Ad infuocare per primo le valvole degli amplificatori, alle 21.30 nella serata intitolata “Guitar Masters”, sarà il chitarrista, cantante e cantautore canadese Anthony Gomes, di ritorno nel Sulcis più di vent’anni dopo la sua prima esibizione. Inserito nella Billboard Blues Artist, classifica redatta dall’autorevole ed omonima rivista statunitense, Anthony Gomes si caratterizza per i suoi concerti ad alta energia, conditi dal suo indiscutibile carisma e la imponente presenza scenica, elementi che contribuiscono a posizionarlo tra i migliori artisti nel circuito rock e blues attualmente in circolazione. Sul palco di piazza Europa il musicista di Toronto presenterà la sua ultima produzione discografica, “Peace, Love & Loud Guitars” (Up 2 Zero, 2018), miglior album blues per i magazine Blues Rock Review e Sound Guardian Magazine. L’energico e magnetico leader sarà affiancato da Jacob Mreen al basso e Jeremy Howard alla batteria.

Alle 23.00, un altro ritorno tingerà di stelle e strisce la nottata narcarese: dagli Stati Uniti è in arrivo il funambolico e geniale chitarrista Scott Henderson, leader dei Tribal Tech e sideman di fiducia di autentiche leggende della musica come Joe Zawinul, Chick Corea e Jean-Luc Ponty. Il suo stile si distingue per un fraseggio nervoso, scattante e a tratti isterico, e prende forma fin dalla sua adolescenza, quando viene fortemente influenzato dalla musica di Jimi Hendrix, Jimmy Page e B.B. King, tra gli altri. La definitiva consacrazione arriva per Henderson a trent’anni, nel 1984, con i Tribal Tech, formazione fusion da lui fondata e con la quale inciderà ben dieci album. Miglior chitarrista del mondo secondo i sondaggi indetti dalle prestigiose riviste “Guitar World” nel 1991 e “Jazz Guitarist” nel 1992, nel 1994 decide di concentrare studio e scrittura sul blues registrando il disco “Dog Party” insieme alla leggendaria cantante Thelma Houston (attiva in ambiente Motown negli anni Settanta). Tre anni dopo prosegue il suo lavoro nel solco della musica del diavolo incidendo “Tore Down House”, granitica raccolta dove il meditato e sofferto sound del Delta incontra quello più brioso e ruvido del Texas. Nel 2002 arriva, invece, “Well to the Bone“, lavoro che ne testimonia ancora una volta la vicinanza al genere dalle dodici battute e la straordinaria poliedricità arricchita dall’innata capacità di muoversi sapientemente tra differenti generi musicali. A Narcao, il chitarrista di West Palm Beach sarà affiancato dal bassista Romain Labaye ed il batterista Archibald Ligonniere, per dar fuoco alle polveri e accendere il pubblico di appassionati.

Allegate quattro fotografie degli artisti che saranno protagonisti questa sera e una selezione di foto della prima serata.
 

Comments

comments

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply