Politica

Eugenio Lai e Daniele Cocco (Leu Sardegna): «No al secessionismo mascherato chiamato autonomia differenziata».

L’attuazione del regionalismo differenziato comporterebbe un significativo aumento della spesa pubblica stravolgendo gli equilibri di redistribuzione delle risorse tra i diversi territori, a discapito delle Regioni del Sud e delle Isole tra cui la Sardegna – ha esposto il Gruppo consiliare “Liberi e uguali Sardegna” in una mozione a prima firma Eugenio Lai.

«Per aggredire le drammatiche differenze sociali ed economiche che caratterizzano oggi l’Italia è indispensabile una equa distribuzione dei doveri sull’intero territorio nazionale, compensando nel contempo i disagi strutturali ed economici delle realtà territoriali più in difficoltà tra cui la Sardegna.»

«Sul tema dell’autonomia differenziata – ha dichiarato Eugenio Lai – abbiamo già espresso più volte le nostre riserve, siamo contrari a ogni processo che metta a rischio l’unitarietà del Paese.»

«Chiediamo al Consiglio e alla maggioranza di condividere un percorso di opposizione al progetto di autonomia differenziata che metterebbe a rischio il diritto all’istruzione e quello alla cura. Siamo di fronte ad una forma di secessionismo mascherato.»

«Sul tema – conclude Eugenio Lai – non c’è alcuna condivisione sul terreno politico, giuridico e sociale e nel caso il Governo perseverasse in questo progetto, sommerebbe le disuguaglianze e le divisioni sociali a quelle che già affliggono il Paese creando un grave danno ai sardi e alla Sardegna.»

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply