Eventi

Grande successo, a Gonnesa, per la ventesima edizione di “Moda sotto le stelle”, organizzata da Cristina Balloi.

Una serata piacevolmente diversa, quella a cui, lunedì 12 agosto, ha assistito un numeroso pubblico in piazza Asquer, a Gonnesa: la ventesima edizione di “Moda sotto le stelle”, organizzata da Cristina Balloi. L’evento, presentato da Davide Musu e Martina Balloi, in compagnia di Francesca Masala, è iniziato intorno alle 22.00, con la prima uscita delle venti modelle in passerella…abiti eleganti e casual, in vendita nel negozio di Cristina, sono stati i primi ad essere fotografati e catturati in video. La seconda uscita è stata veramente un tuffo nel passato…è stato come se all’improvviso una macchina del tempo avesse portato tutti indietro almeno di 30 anni… camicette ricamate, tailleur gessati, gonne a tubo, abiti aperti sul davanti, cinte alte e pantaloni a zampa di elefante…quanti ricordi per le signore presenti…Quindi qualche pezzo musicale cantato da Francesca e Davide, oltre a qualche brano suonato alla fisarmonica da Emanuele Balloi, hanno dato il tempo ad un gruppo di modelle di indossare e portare in passerella i capi invernali, realizzati da Erika Peralta. Dopo le anticipazioni per la prossima stagione, tutte le modelle sono tornate in passerella, indossando costumi coperti da originali copricostume e, subito dopo, solo con sotto-parei colorati, accompagnati da capelli di paglia. Ma data la ricorrenza del ventesimo anno, non potevano mancare le modelle che hanno esordito sin dalle prime edizioni della sfilata che, con nostalgia, hanno ricordato le belle serate trascorse…come la bella Martina che ha presentato ed ha esordito modella a soli 6 anni. L’ultima uscita ha lasciato spazio al romanticismo puro, dato dagli abiti da sposa testimoni di storie d’amore che hanno incantato i presenti per la varietà dei modelli, la preziosità dei tessuti e l’incantevole leggerezza del pizzo e del tulle ricamato. Abbinati agli abiti da sposa anche abiti da sera che hanno contribuito ad un finale all’insegna dell’eleganza…legata con un filo al passato e proiettata nel presente, pensando alle prossime volte che abiti ed accessori torneranno in passerella come per gioco indossati da “modelle per una notte”. E, in conclusione, non poteva non calcare la passerella l’organizzatrice dell’evento che, anche quest’anno, ha reso omaggio alla moda, valorizzando ogni modella con un capo particolarmente adatto al fisico ed al carattere, rendendo così tutto naturale e piacevole da vedere. Appuntamento al prossimo anno… o chissà anche prima!
Nadia Pische

Comments

comments

Tags: , , , , ,

Leave a Reply