Istruzione

Entro il 30 ottobre si può aderire a Will, il progetto di sostegno alle spese di formazione scolastica ed extrascolastica.

Fino al 30 ottobre è possibile aderire al progetto Will, finalizzato a sostenere le famiglie nelle spese di formazione scolastica ed extrascolastica dei propri figli. Le famiglie che parteciperanno a Will avranno quattro anni di tempo per mettere da parte fino a 1.000 euro da dedicare alle spese di formazione del proprio figlio. È sufficiente risparmiare da 1 a 6 euro ogni settimana, versando ogni volta secondo le disponibilità del momento. Alla fine Will quadruplicherà il risparmio accumulato dalla famiglia. Se il nucleo familiare metterà da parte 1.000 euro, Will ne restituirà alla famiglia ben 4.000. Potranno beneficiare del progetto i bambini che in questo momento hanno iniziato il ciclo della scuola secondaria di primo grado e appartengono ad un nucleo familiare con un Isee pari o inferiore ai 16.000 euro. “Si tratta di un’iniziativa lodevole che mira a prevenire il fenomeno della dispersione scolastica, sostenendo la carriera e la formazione degli studenti appartenenti a famiglie a basso reddito”, ha detto il sindaco, Paola Massidda. “Il progetto nasce dalla consapevolezza che la condizione di indigenza dei minori spesso incide in maniera rilevante sul loro percorso educativo, sulle loro performances scolastiche e, di conseguenza, sul loro futuro personale e professionale – ha sottolineato l’assessore dei Servizi sociali Loredana La Barbera -. Un fenomeno particolarmente rilevante in Sardegna, dove sono numerose le famiglie che per ragioni economiche non possono investire risorse per il futuro dei propri figli”. Con il contributo del progetto WILL si potranno pagare servizi come mensa, mezzi pubblici, gite scolastiche, corsi sportivi, corsi di teatro, musica, arte, lezioni di lingua o informatica, acquistare materiale scolastico, pc, tablet, libri, riviste e l’occorrente per le attività dopo scuola. Referente per il territorio del Sulcis è la Coop. Le Api, sita in via Satta 19, a Sant’Antioco, telefono 331.3359603 e 0781.879882. I giorni e gli orari di apertura al pubblico sono i seguenti: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 10.00 alle ore 13.00.

Comments

comments

Leave a Reply