Politica

Fabio Desogus (segretario cittadino di Carbonia PD): «Sgomberati i nostri nonni e le nostre nonne!»

Hanno iniziato la loro distruttiva amministrazione cittadina togliendo i servizi ai bambini e ai ragazzi della città e stanno continuando togliendo le sedi di ritrovo agli anziani. Ai nostri padri e alle nostre madri. Sono loro il nuovo (momentaneo) nemico dell’Amministrazione a 5 stelle, in attesa ovviamente di trovare un altro servizio da distruggere e un nuovo “nemico della Patria” su cui addossare la loro mala gestione della cosa pubblica.

Importanti realtà associative si sono formate nei decenni a Carbonia e nelle circoscrizioni. Associazioni senza fine di lucro, nate e cresciute con l’importante finalità di dare uno spazio e dei momenti sociali e culturali ai tanti padri e madri, nonni e nonne della nostra città. Queste Associazioni, oltre a svolgere una fondamentale funzione sociale per chi le frequenta, offrendo momenti di socialità anche e soprattutto a chi tra i nostri parenti altrimenti sarebbe stato destinato a passare giornate di solitudine, hanno anche garantito alla città dei servizi alla persona importanti, talvolta sostituendosi all’Amministrazione stessa.

La moneta con cui l’Amministrazione a 5 Stelle di Carbonia ripaga i nostri nonni e le nostre nonne è lo sgombero. Quanto sta avvenendo nella nostra comunità è una qualcosa di inaccettabile a cui la cittadinanza tutta deve dare risposta.

La sorte peggiore è toccata all’Associazione “Centro Anziani Carbonia ONLUS” che gestisce lo stabile in via Brigata Sassari. Per loro la presa in giro dell’Amministrazione è doppia, lampante e suscita rabbia. Infatti, mentre con una mano, tramite Consiglieri Comunali di maggioranza, la suddetta associazione viene rassicurata su possibili esiti positivi della loro situazione, mentre l’Amministrazione organizza una assemblea pubblica per spiegare i criteri di assegnazione sedi del nuovo bando; con l’altra mano l’Amminstrazione ha già deciso di assegnare ai Vigili Urbani Comunali la sede fino ad oggi gestita dagli anziani di Via Brigata Sassari. E’ di giovedì 12 settembre, infatti, la Delibera di Giunta n° 174 con la quale Sindaco e Assessori decidono che nello stabile di via Brigata Sassari dovranno trasferirsi i Vigili Urbani. Quindi è tutto già deciso. Le rassicurazioni dei consiglieri di maggioranza, la loro “vicinanza umana”, sono soltanto ipocriti e falsi modi con cui si vuole evitare la protesta dei tanti anziani che frequentano il centro e si vuole ammorbidire la cittadinanza su questo tema.

Occorrerebbe un po’ più di sincerità e chiarezza da parte di chi ci amministra, anche per una questione di rispetto nei confronti degli anziani della città che da anni svolgono importanti attività ricreative, sociali e culturali. Questa Amministrazione sta smantellando piano piano tutto ciò che di buono i cittadini e le passate amministrazioni hanno faticosamente costruito. Un lavoro di distruzione che però non è accompagnato da nessuna prospettiva di ricostruzione. Che cosa succederà alle associazioni sfrattate? Chi utilizzerà gli stabili fino ad oggi in uso? Chi ne garantirà la manutenzione fino ad oggi garantita da coloro che l’Amministrazione sta mandando via? Soprattutto: che cosa faranno tutte le persone, tutti i madri e i padri, i nonni e le nonne, che fino ad oggi frequentavano le attività che le associazioni per anziani organizzavano quotidianamente? Tutte domande senza risposta, perché questa Amministrazione a 5 stelle di demolire tutto, ma non si interessa della prospettiva della città. I nostri Amministratori a 5 stelle, impegnati esclusivamente a demolire, senza costruire, convinti di essere dei “puri” eletti per fare “pulizia”,  lasceranno terra bruciata su cui sarà arduo ricostruire qualcosa.

Fabio Desogus

Segretario cittadino PD

Comments

comments

Leave a Reply