Cronaca

La notte scorsa i carabinieri di Cagliari hanno arrestato tre giovani di 20, 18 e 17 anni, domiciliati ad Assemini e Capoterra, per il reato di tentata rapina aggravata dalle armi.

La notte scorsa i carabinieri della sezione Radiomobile della Compagnia di Cagliari hanno arrestato tre giovani di 20, 18 e 17 anni, domiciliati ad Assemini e Capoterra, per il reato di tentata rapina aggravata dalle armi.

E’ avvenuto tutto nel cuore della notte, quando i tre giovani si sono introdotti all’interno di un appartamento in viale Trieste, occupato da due donne sudamericane. Uno dei tre, con passamontagna e sotto la minaccia di una pistola, ha tentato di farsi consegnare il danaro posseduto dalle donne ma una delle vittime, dopo aver rifiutato di consegnare il danaro, ha tentato dapprima una reazione fisica e, successivamente, è stata ferita allo zigomo sinistro con il calcio della stessa arma, ed è riuscita a divincolarsi e ad immobilizzare uno dei giovani, costringendo gli altri due alla fuga. Sul posto, sono intervenuti gli equipaggi del Radiomobile, nel frattempo allertati dalla Centrale operativa, i quali, dopo aver arrestato uno dei tre, alle 6.30 circa, al termine di incessanti e prolungate ricerche, hanno rintracciato e arrestato presso i rispettivi domicili anche i due complici. Questi ultimi, peraltro, sottoposti a perquisizione personale e domiciliare. sono stati trovati in possesso dei capi di vestiario indossati nel corso della tentata rapina.

Due dei tre arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati tradotti presso il carcere di Uta, il minore presso l’Istituto penale minorile di Quartucciu.

 

Comments

comments

Leave a Reply