Eventi

Un appuntamento importante quello a cui lunedì 2 settembre hanno partecipato in tantissimi, in piazza Municipio, a Iglesias: “Un angelo per capello”.

Un appuntamento importante quello a cui lunedì 2 settembre hanno partecipato in tantissimi, in piazza Municipio, a Iglesias…l’invito era rivolto a tutte le persone disponibili ad affidare almeno una ciocca dei propri capelli al meraviglioso gruppo di parrucchieri di Iglesias, che si è reso disponibile ad una bellissima iniziativa “Un angelo per capello”.

Voluta fortemente dall’animatore Pietro Pusceddu ed organizzata dall’associazione Charlibrown, con partnership l’associazione socio-culturale Tutto cambia, con la collaborazione dell’associazione turistica Pro loco di Iglesias ed il patrocinio del comune di Iglesias, è stata una serata all’insegna del sorriso delle tante donatrici, come la piccola Elisa di tre anni che ha donato una ciocca dei suoi boccoli d’oro; di Sofia che a soli 6 anni ha deciso di prendere parte all’importante raccolta, lasciando che un parrucchiere le tagliasse una ciocca; di Arianna di 11 anni che ha invece rinunciato ai suoi lunghi capelli per offrirli e di tutte le altre donne e giovani ragazze che si sono rese disponibili a “quel taglio” che tanto può far felice chi, oltre a combattere contro una grave malattia, deve anche rapportarsi con la propria immagine che cambia, a causa di quelle cure invasive che tanto debilitano il fisico.

Rossi, biondi, castani e neri…stavano lì, ciocca dopo ciocca…su quel grande tavolo da lavoro… capaci di emozionare al solo pensiero che a breve saranno parrucche. Un vero e proprio inno alla solidarietà, all’attenzione per chi soffre, a chi specchiandosi, potrà di nuovo accennare un sorriso.

A partire da questo meraviglioso evento i pazienti oncologici potranno contare su “Un angelo per capello” e con la speranza che queste iniziative possano moltiplicarsi affidiamo a queste righe un messaggio importante: donare è bello e facendolo aiutiamo chi soffre ad affrontare meglio una situazione critica. Per farlo basta contattare una delle associazioni impegnate nel portare avanti il progetto e presto anche tu sarai “Un angelo per capello”!

Nadia Pische

 

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply