Trasporti

Desirè Manca (capogruppo M5S) attacca la maggioranza di centrodestra per la diserzione della commissione Trasporti.

Desirè Manca (capogruppo M5S) attacca la maggioranza di centrodestra per la diserzione della commissione Trasporti.

«Quanto accaduto oggi è l’ennesimo episodio che dimostra la mancanza di rispetto per i cittadini sardi e di menefreghismo generalizzato da parte di questa Giunta. Trovo vergognoso ed irrispettoso nei confronti di tutti i cittadini e, in questo caso in particolare di tutto il Nord Ovest della Sardegna, il comportamento tenuto da chi sta governando la Regione. Un comportamento caratterizzato da noncuranza per i problemi della nostra isola e incredibilmente menefreghista.»

«Come gruppo consiliare – aggiunge Desirè Manca – abbiamo richiesto la convocazione della Commissione Trasporti per parlare di problemi fondamentali per quanto riguarda i trasporti del Nord Ovest Sardegna: il trasporto di superficie Sirio, l’allungamento del tratto di Sirio da Sant’Orsola a Li Punti, della tratta ferroviaria Sassari-Alghero, ed il ripristino della linea Sassari-Nulvi cancellata. La Commissione è stata convocata per oggi alle 10.00 ma per quell’ora i presenti, coloro i quali speravano di poter lavorare, erano troppo pochi. Così, per mancanza di numero legale della maggioranza la Commissione è stata sospesa e riconvocata dopo 20 minuti. Ma dopo venti minuti il copione si è ripetuto, tale e quale: la maggioranza non c’è. La riunione è stata sospesa e riaggiornata alle 13.00.»

«Oggi, come gruppo M5S avevamo chiesto di poter parlare con i vertici dell’Arst per risolvere i problemi che riguardano la metro di superficie di Sassari. Ma siamo alle solite. La presa in giro continua. Tra l’altro – rimarca la capogruppo dei Cinque stelle – il menefreghismo prende il sopravvento anche di fronte a progetti importanti come quello di ampliamento della metropolitana di Sassari. La metropolitana di Sassari è ferma da quasi cinque mesi perché, come apprendiamo dalla stampa, non sarebbero disponibili i pezzi di ricambio.»

«Com’è possibile bloccare un servizio così importante per la seconda città della Sardegna per quattro mesi e soltanto una volta trascorso tutto questo tempo rendersi conto che non esistono le parti di ricambio? Non esiste un programma di manutenzione? E, intanto, il tempo passa, crescono i mesi di attesa. Ma questo – conclude Desirè Manca – è un problema che evidentemente a chi governa la Sardegna non interessa minimamente.»

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply