Cronaca

I carabinieri della Compagnia di Iglesias hanno deferito due persone, madre e figlio: il figlio aveva rubato un telefonino, la madre deteneva marijuana.

I carabinieri della Compagnia di Iglesias hanno deferito all’Autorità Giudiziaria due persone, madre e figlio, al termine di una perquisizione delegata: gli accertamenti, partiti da una denuncia di furto di un cellulare, hanno consentito di sequestrare anche 30 grammi circa di marijuana.

I carabinieri della stazione di Portoscuso hanno operato una perquisizione domiciliare nella zona di Piazza Friuli, come termine di un’attività di indagine scaturita dal furto di un cellulare; la vittima aveva sporto denuncia per lo smartphone sottrattole, fornendo dei dettagli che si sono poi resi utili per l’individuazione del reo. Le indagini condotte dei militari hanno portato l’Autorità Giudiziaria ad emettere un decreto di perquisizione e sequestro: la refurtiva è stata effettivamente rinvenuta in possesso di S.E., 22enne disoccupato e con precedenti di polizia. Proprio durante le operazioni, i carabinieri di Portoscuso, si sono trovati di fronte un ulteriore scenario di interesse: in casa vi era la presenza di sostanza stupefacente, marijuana, per circa 30 grammi. Per stessa ammissione della donna, la droga era proprietà della madre del denunciato, F.A., 43enne con precedenti in banca dati; il quantitativo di marijuana, non compatibile con l’uso personale, è stato posto sotto sequestro e la donna denunciata per detenzione ai fini di spaccio. Il telefono cellulare rubato invece è stato immediatamente recuperato dai carabinieri e restituito all’avente diritto.

Comments

comments

Leave a Reply