Unione europea

Il comune di San Giovanni Suergiu, dal 2018 ha aderito alla Rete Nazionale Eurodesk. La scorsa settimana è stato fatto il punto delle attività svolte, nella riunione annuale a Vicenza.

Spesso pensiamo che l’Europa sia lontana e inaccessibile nelle sue mille pieghe economiche e sociali. In realtà ciò che offre è molto di più di ciò per cui viene denigrata. Il comune di San Giovanni Suergiu, dal 2018 ha aderito alla Rete Nazionale Eurodesk, attivando presso l’edificio comunale uno sportello che per 8 ore settimanali (lun/giov) informa e supporta i giovani che desiderano fare un’esperienza all’estero attraverso la professionalità della dott.ssa Isabella Parodo. Ad oggi #Eurodesk si interfaccia con 100 enti locali di tutta Italia e offre a questi la possibilità di creare opportunità di crescita personale e professionale per i giovani. «Attualmente il nostro comune è impegnato a realizzare 3 progetti – dice il sindaco di San Giovanni Suergiu, Elvira Usai –:
1. Dialogo strutturato: per favorire la partecipazione dei giovani alla vita politica del territorio, affinché propongano idee e progetti per politiche giovanili;
2. Progetto di solidarietà: per fornire la possibilità a un gruppo di giovani di creare con fondi europei un progetto a favore della nostra comunità;
3. Progetti di mobilità: per permettere ai giovani dai 18 ai 30 anni, residenti nel nostro comune, di fare esperienze all’estero, di studio e lavoro.
È importante far conoscere e condividere questi messaggi che ci consentono di coinvolgere il maggior numero di giovani. Qualche numero per farvi comprendere quanto noi sardi siamo già operativi in tal senso.
Per il progetto #DiscoverEU delle 27mila candidature per l’Italia, 667 provenivano dalla Sardegna e ben 54 nostri conterranei hanno vinto il titolo di viaggio! Un traguardo molto interessante se rapportato a tutti gli Stati membri UE che partecipano.»
«Questa è la direzione che vogliamo perseguire per la nostra comunità – conclude Elvira Usai – e ringraziamo tutte le persone che, a vario titolo, stanno lavorando per raggiungere questi obiettivi fortemente voluti dall’amministrazione comunale. Continuiamo a lavorare con determinazione per far sì che i nostri giovani comprendano sempre più il significato di cittadinanza e identità europea.»

La scorsa settimana è stato fatto il punto delle attività svolte, nella riunione annuale a Vicenza.

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply