Piano Sulcis

Venerdì 25 ottobre la sala consiliare del comune di Sant’Antioco ospiterà un incontro organizzato dal Comitato Porto Solky.

Venerdì 25 ottobre, a partire dalle 17.00, la sala consiliare del comune di Sant’Antioco ospiterà un incontro organizzato dal Comitato Porto Solky. Preso atto che recentemente il Consiglio comunale di Sant’Antioco all’unanimità ha votato a favore dell’adozione della variante al Piano Regolatore Portuale, il comitato Porto Solky, che ha sempre coerentemente contestato la perimetrazione delle aree portuali individuate dalla Variante, motiverà la sua posizione.

La contestazione fatta è che la variante votata «allontana il porto dalla aree ex Sardamag, così come le carte evidenziano inequivocabilmente, rendendole quindi poco appetibili per la realizzazione delle strutture ricettive attese da decenni e cavallo di battaglia di tutte le campagne elettorali. Da qui il titolo dei manifesti e locandine affisse per il paese: “LE ASPETTATIVE NON SI TRADISCONO”.»

Ma la parte più grave del cambio di rotta dell’intero Consiglio comunale – secondo il Comitato Porto Solky – «è rappresentato dal fatto che la variante contestata, oltre a sacrificare le aree ex Sardamag, è stata studiata appositamente per non ostacolare la realizzazione del nuovo ponte. Ovvero una volta approvata la variante, se l’appalto del nuovo ponte non verrà fermato, quest’ultima non potrà evitarne la realizzazione in totale contraddizione con quanto sempre dichiarato e deliberato dall’intero Consiglio comunale».

«Durante l’incontro saranno resi pubblici alcuni documenti fino ad oggi tenuti riservati con il solo intento di riuscire a risolvere le contraddizioni all’interno del Consiglio comunale. Si farà luce quindi su tutte le incongruenze che da anni circondano e frenano lo sviluppo della portualità di Sant’Antioco e di tutto il territorio.»

Comments

comments

Leave a Reply