Trasporti

Audizioni in commissione Trasporti dell’assessore dei Lavori pubblici, amministratori locali e comitati sulla situazione della strada statale 129 Nuoro-Macomer.

La commissione Trasporti, presieduta da Giuseppe Talanas (Forza Italia) ha ascoltato, alla presenza dell’assessore dei Lavori pubblici Roberto Frongia, gli amministratori locali del Nuorese ed alcuni comitati di utenti sulla situazione della strada statale Nuoro-Macomer.

Dagli interventi dei Comuni (hanno preso la parola i Sindaci di  Bortigali, Silanus, Orotelli, Oniferi, Bolotana e Birori) è arrivato alla Regione un pressante appello alla concretezza per risolvere in tempi  brevi i problemi più urgenti della strada, che non sono solo quelli, pur molto importanti, delle precarie condizioni di sicurezza. Attorno alla Nuoro-Macomer, è stato sottolineato più volte, ci sono le grandi difficoltà del mondo delle zone interne, dagli accessi alle aziende agricole della zona ai passaggi a livello incustoditi, dagli animali lasciati al pascolo brado al disagio quotidiano di studenti e lavoratori pendolari, dall’estrema pericolosità di molte parti del tracciato alla mancanza di una efficiente alternativa di trasporto su ferrovia.

L’assessore dei Lavori pubblici Roberto Frongia ha poi riferito sugli interventi della Regione attualmente in corso, mettendo l’accento sul rinnovato e positivo clima di collaborazione che si è instaurato con i nuovi vertici regionali di Anas. Sulla 129, ha ricordato Frongia, saranno realizzati a breve alcuni progetti importanti, per un importo complessivo di 5.7 milioni di euro (4.7 di fondi Anas più 1 della Regione). I lavori riguardano il tratto fra la 131 e la 131-Dcn, una rotatoria all’ingresso di Silanus, la rettifica di una pericolosa “doppia curva”, una seconda rotatoria vicino ad Orotelli, una terza a Silanus ed una quarta nei pressi degli svincoli per la 131, oltre alla modifica delle parti più pericolose della strada all’ingresso di Birori.

I rapporti fra Regione ed Anas sono oggettivamente migliorati, ha ribadito l’assessore Roberto Frongia, ed esistono le condizioni per recuperare i ritardi che hanno rallentato molte opere. I segnali positivi che stiamo riscontrando, ha proseguito, non ci fanno però abbassare la guardia: sappiamo anche di dover operare in quadro normativo molto complicato di fronte al quale oggi non abbiamo gli strumenti per agire da soli; per questo abbiamo sollecitato il Governo nazionale a trasferire la competenza dei lavori pubblici più importanti sul livello regionale attraverso il commissariamento.

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply