Solidarietà

Sabato mattina, in occasione della “Giornata Mondiale dei Poveri”, sulla scalinata della chiesa di San Ponziano, a Carbonia, verrà fatta una raccolta di alimenti, prodotti per l’igiene e per la casa.

Sono numerose le iniziative organizzate dalle Caritas parrocchiali della città e dalla diocesi di Iglesias in occasione della “Giornata Mondiale dei Poveri”, istituita da Papa Francesco al termine del Giubileo della Misericordia nel 2016. La celebrazione è prevista per la giornata di domenica 17 novembre, ma sono numerose le iniziative collaterali in programma già dalla giornata odierna, venerdì 15 novembre.

Domani, sabato 16 novembre, un prezioso aiuto ai più poveri potrà essere garantito attraverso una raccolta alimentare che si terrà nella scalinata di San Ponziano: sarà possibile condividere e donare alle persone bisognose alimenti, prodotti per l’igiene e per la casa. Nelle giornate di sabato 16 novembre, dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00, e domenica 17 novembre, dalle 9.00 alle 12.30, la Caritas ha organizzato anche una visita guidata al Centro Unico di Distribuzione di via Lubiana e al Centro di Ascolto di via Satta. Due strutture fondamentali istituite dalla Caritas, l’organismo pastorale con cui il comune di Carbonia si trova in prima linea nella lotta contro la povertà e l’esclusione sociale. Ne è una prova la sigla della convenzione, nel settembre 2018, tra l’Amministrazione comunale e la Caritas Diocesana di Iglesias, con l’obiettivo di operare in modo coordinato per contrastare fenomeni di emarginazione, esclusione sociale e povertà.

La Caritas, organismo pastorale della Diocesi di Iglesias, è una realtà consolidata, che nella città Carbonia è attiva da tempo con i seguenti servizi: il Centro di ascolto zonale “Madonna del Buon Consiglio”, luogo privilegiato di accoglienza e ascolto di persone in difficoltà; “L’Emporio della Solidarietà”, un vero e proprio discount in cui vengono fornite le principali risorse alimentari alle famiglie indigenti.

Comments

comments

Leave a Reply