Cronaca

I carabinieri della Compagnia di Iglesias hanno arrestato un 21enne del posto, accusato del reato di tentata rapina.

I carabinieri della Compagnia di Iglesias hanno arrestato un 21enne del posto, accusato del reato di tentata rapina: per l’azione delittuosa aveva al seguito un coltello di circa 30cm ed indossava un passamontagna. Per il buon esito dell’operazione è stato determinante l’intervento di un sottufficiale dell’Esercito Italiano, libero dal servizio.

I fatti si sono svolti nella via Azuni di Iglesias, alle ore 18.30 circa: S.G., 21enne di Iglesias, con diversi precedenti in Banca Dati, dopo aver adocchiato la vittima da colpire, una donna 57enne, si è avvicinato furtivamente alla malcapitata, calandosi nel frattempo il passamontagna sul volto. Proprio questo atteggiamento, più che sospetto, ha attirato l’attenzione di un maresciallo dell’Esercito che era a passeggio per le vie del centro e che subito si è avvicinato al luogo ove si stava consumando il delitto: il rapinatore, infatti, ha aggredito la vittima alle spalle nel tentativo di strapparle la borsa, ma la donna, cadendo al suolo proprio a causa della violenza subita, ha di fatto impedito al malvivente di impossessarsene. Nelle fasi concitate, il rapinatore, avvedutosi della difficoltà nel portare a termine il crimine e contestualmente accorgendosi dell’arrivo di un uomo che lo stava raggiungendo, il militare in borghese, si è dato ad una precipitosa fuga, durante la quale si è disfatto di un oggetto lanciandolo sotto una macchina nel’ adiacente via Pescivendoli. La corsa è terminata a poche centinaia di metri di distanza quando il sottufficiale ha raggiunto S.G., trattenendolo per il breve frangente necessario all’arrivo di una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile dei Carabinieri di Iglesias, nel frattempo avvisati tramite 112 dai passanti, ed è stato così evitato ogni possibile tentativo di reazione violenta da parte del fermato.

L’intervento della pattuglia, ha poi consentito di ricostruire completamente la scena. Durante il sopralluogo effettuato nelle immediatezze, è stato possibile appurare che l’oggetto lanciato dal malvivente durante la fuga era un coltello della lunghezza di circa 32cm utilizzato per la rapina, recuperato dai carabinieri; il 21enne è stato così accompagnato in Caserma, dove è stato arrestato al termine delle celeri indagini condotte dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia dei carabinieri di Iglesias. La vittima è stata trasportata presso il C.T.O. di Iglesias, dove è stata riscontrata affetta da traumi contusivi per la caduta, con prognosi di 10 giorni, oltre ad un comprensibile spavento. S.G. è stato accompagnato presso la propria abitazione, in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità giudiziaria.

Comments

comments

Leave a Reply