Continuità territoriale

Alessandro Solinas (M5S): «Su Fenosu le uniche a volare sono le promesse vuote della Giunta»

«Nei giorni successivi all’insediamento di questo governo regionale, il rilancio dell’aeroporto di Oristano-Fenosu sembrava a un passo dalla sua realizzazione. Oggi, a dieci mesi di distanza dai proclami acchiappavoti, Governatore e assessore ai Trasporti non si presentano nemmeno in Consiglio quando è in programma la discussione sulla continuità territoriale, in scadenza il 16 aprile. Sono ormai lontane e vuote le promesse dell’assessore regionale ai Trasporti Giorgio Todde che lo scorso maggio aveva riconosciuto pubblicamente l’importanza dell’aeroporto di Fenosu per lo sviluppo dell’Oristanese e dell’intera Sardegna, dichiarando l’intenzione della Regione di lavorare per la riapertura al traffico passeggeri. Ma questo governo regionale non riesce a garantire nemmeno l’ordinaria amministrazione. Quello che sta accadendo è gravissimo.»

Questo l’accorato appello del consigliere regionale del M5S Alessandro Solinas, primo firmatario di una mozione che impegna il presidente della Regione, la Giunta e l’assessore dei Trasporti a creare le condizioni per il rilancio dell’aeroporto di Oristano-Fenosu, anche rivalutando concretamente la sua riapertura al traffico passeggeri.

«Lo sviluppo dell’aeroporto di Fenosu è di fondamentale importanza per l’economia dell’Isola. Nonostante l’aeroporto di Oristano non abbia potuto accedere ai contributi per la continuità territoriale, nel primo semestre dall’apertura ai voli commerciali si è assistito a un aumento dell’835% dei transiti comparato all’intero esercizio 2009 e in meno di un mese sono stati venduti ben 2250 biglietti – ha aggiunto Alessandro Solinas -. La storia dell’aeroporto di Oristano-Fenosu è lunga, travagliata e particolarmente sfortunata. Collegato ottimamente al territorio regionale grazie alla vicinanza con la statale 131, dotato di un ottimo e privilegiato posizionamento geografico, questo scalo, per alterne vicende, non è mai potuto “decollare”. L’ultimo capitolo, del 2013, riguarda la messa in liquidazione della società che lo gestiva, la SO.GE.A.OR”.»

«Il Piano di sviluppo aeroportuale che prevedeva il rilancio di Fenosu non è stato attuato. E dal 2017, con la cessione delle quote di proprietà dei soci pubblici, la gestione è passata nelle mani dalla Fenair S.r.l (partecipata dal DASS-Distretto Aerospaziale della Sardegna), e della Aeronike. Nuovi soci che hanno escluso i voli di linea dalla loro programmazione di sviluppo. Dalla privatizzazione della SO.GE.A.OR. non è stata formulata alcuna valida proposta operativa per il rilancio dell’aeroporto, non soltanto sul fronte dei voli commerciali ma anche dell’aviazione generale e del traffico merci. Purtroppo le potenzialità dello scalo, nonostante gli sforzi e gli appelli del Comitato spontaneo, nato proprio per sostenere lo sviluppo dell’aeroporto, e degli amministratori locali, rischiano di cadere nel vuoto – ha concluso Alessandro Solinas -. Lo scalo di Fenosu può e deve rappresentare un’occasione di sviluppo e crescita unica per la Provincia di Oristano e della Sardegna tutta. È ora che la giunta regionale passi dalle parole ai fatti.»

 

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply